La Juventus femminile, fin dalla sua fondazione nel luglio 2017, ha fatto della difesa il suo maggiore punto di forza. Nella seconda giornata del campionato in corso però è successo qualcosa di clamoroso, l’ottimo Empoli di mister Spugna ha saputo realizzare tre gol alla Juventus nella stessa partita: l’unica squadra in grado di riuscirci prima fu il Milan, il 4 novembre 2018, nella cornice dello stadio Franco Ossola di Varese. Un campanello d’allarme per Guarino, da non sottovalutare minimamente.

Le bianconere soffrirono terribilmente le scorribande del tridente offensivo Acuti-Polli-Glionna, e la coppia Gama-Sembrant mostrò una notevole difficoltà soprattutto nel contenere l’esuberanza del centravanti empolese. La capitana bianconera fu poi autrice di un fallo ingenuo su Dompig che causò un rigore, a pochi minuti dal termine della partita, che sarebbe potuto costare carissimo alla sua squadra… Nei minuti di recupero Gama, a conclusione di una serata difficile, accusò anche un infortunio alla coscia destra e, da subito, s’intuì che il problema era serio.

La Juventus, alla fine, riuscì a vincere la partita grazie ad un rigore di Cristiana Girelli al 93′, ma la settimana successiva Guarino si trovò a dover fronteggiare un’emergenza in difesa: essendo indisponibili Gama e Salvai, l’allenatrice bianconera fu costretta a dirottare Hyyrynen al centro della difesa con Sembrant, formando una coppia inedita.

Le scandinave svolsero un buon lavoro contro il San Marino ma Hyyrynen mostrò di non trovarsi particolarmente a suo agio in questa nuova collocazione tattica. La sosta per gli impegni delle Nazionali perciò fu importante per la Juventus al fine di provare a recuperare almeno una tra Sara Gama e Cecilia Salvai: gli impegni contro Milan e Fiorentina, al rientro dalla pausa, esigevano la miglior difesa possibile, e Guarino ne era consapevole.

Gama, a causa di una nuova lesione alla gamba destra, non potè prendere parte alla sfida contro il Milan, disputatasi eccezionalmente al Meazza, mentre Salvai recuperò completamente dall’infortunio patito ad inizio agosto e Guarino decise di schierarla immediatamente titolare, con i gradi di capitana, in una serata storica.

Il difensore piemontese si è reso protagonista di una prestazione magistrale, praticamente perfetta nell’esecuzione di tutti i fondamentali e dal punto di vista del temperamento.

Nella partita successiva, contro la Fiorentina, Salvai viene giustamente riconfermata e la sua prova, semmai fosse possibile, risulta ancor più convincente.

La coppia Salvai-Sembrant ha mostrato un ottimo affiatamento ed una capacità di controllo dell’area di rigore impressionante. Milan e Fiorentina dispongono dei migliori reparti offensivi del campionato, insieme alla Juventus, e la difesa bianconera ha concesso solamente quattro palle gol alle sue due maggiori contendenti al titolo, di cui nessuna finita nello specchio della porta difesa da Laura Giuliani.

Cinque gol fatti e zero subiti contro Milan e Fiorentina sono quanto di meglio le bianconere potessero auspicarsi.

La Juventus ha riconfermato quasi totalmente la rosa della scorsa stagione, acquistando solo Lundorf, Ippolito e Hurtig (un difensore, una centrocampista ed un attaccante, quindi un rinforzo per reparto): queste, col tempo, si stanno inserendo nel nuovo gruppo, ma l’apporto dato dal rientro di Salvai è esattamente ciò che serviva alla Juventus in questo momento.

La difesa stava incominciando a palesare qualche scricchiolio preoccupante e Salvai ha, di fatto, corretto i pochi problemi che erano comparsi recentemente dando una grande compattezza a tutto il reparto. Linda Sembrant fu acquistata la scorsa stagione, col compito di sostituire Cecilia nel corso della sua lunga degenza, ed ha svolto il suo ruolo egregiamente.

Salvai e Sembrant hanno avuto modo di giocare assieme poche volte, tra dicembre 2019 e febbraio 2020, dando già dei segnali eccellenti, e nelle ultime due partite hanno dimostrato di poter formare una grande coppia: in Italia, considerando l’esperienza ed il rendimento, solo la coppia di difensori centrali del Milan Agard-Fusetti pare al loro stesso livello.

È quindi evidente che Guarino dovrà riflettere attentamente su quale coppia di difensori centrali utilizzare in futuro ma Cecilia Salvai ha fatto vedere chiaramente di essere un elemento semplicemente imprescindibile per carisma e qualità se la Juventus vorrà puntare a grandi traguardi, non solo entro i confini nazionali…

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: