Ed eccoci, ancora una volta, a dare il nostro contributo scorretto all’ultima prestazione delle nostre azzurre preferite!

Prima della lettura è consigliabile assumere una posizione comoda e assicurarsi di avere un fiaschetto di ironia a portata di mano.

Giuliani: anche se questo 2020 ha messo a dura prova tutte le nostre convinzioni, la nostra portiera preferita continua a regalarci una certezza: gli insulti alle compagne di squadra che ce la mettono tutta per complicarle il lavoro (prima Gama che vola in attacco, poi Girelli in difesa). Ora, siamo sicure, che la parola a Girelli sarà rivolta direttamente a Torino. #duralavita

Salvai: probabilmente la treccia alla Katniss Everdeen la fa calare troppo nella parte. Infatti, convinta di trovarsi agli Hunger Games di Empoli City, passa buona parte della partita a nascondersi. #SiSalv(a)iChiPuò

Linari: ci dispiace dire che il momento in cui l’abbiamo preferita è stata l’esibizione dell’inno di Mameli. #IoCantoeLinaripure

Boattin: incarnazione del più puro spirito da crocerossina durante questa partita si immola per salvare anche le vecchiette che rischiano di essere investite fuori allo stadio. Si cimenta in acrobazie e spaccate per respingere le attaccanti danesi. #prossimaalleolimpiadi

Bartoli: proprio come le leggi della dinamica insegnano, ad ogni fallo subito nei riguardi di Giacinti corrisponde un’entrata immediata di Bartoli sulle caviglie di qualche danese. Se anche voi durante le inquadrature ad Elisa avete messo il muto alla telecronaca e fatto partire la colonna sonora del “Gladiatore” consideratevi subito parte dello staff. #lottatrice

Giugliano: capelli alla Peter Pan e grazia di Trilly, trova un pensiero felice e lei ti farà volare…in porta, suo il passaggio che BB11 trasforma in assist. Vederla di nuovo in campo con la maglia azzurra ci emoziona quasi quanto la prima volta che ha fatto l’occhiolino alla telecamera. Ci appelliamo, però, al Var e chiediamo un cartellino rosso per il frontino. #nofrontinosiciuffo

Cernoia: gira voce che alcuni tifosi, preoccupati, abbiano contattato direttamente Federica Sciarelli. #chilhavista

Rosucci: dicono che lo Stadio Castellani sia ottimo per smaltire il pranzo, due passi e via. #paroladirosu

Bonansea: come cantava Gianna Nannini “notti magicheee, inseguendo un goool, nell’attesa di un passaggio di bb11”, che oggi arriva e illumina. #assistwoman

Girelli: noi amiamo Cri come Martina Angelini ama sciorinare aneddoti sulla laurea in chimica di Lucia Di Guglielmo, ma probabilmente, per questa volta, sarebbe stato meglio se fosse rimasta nell’altra metà del campo. #paroladiLauraGiuliani

Giacinti: forse, un po’ confusa dalle divise rosse, scambia le danesi per il Pink Bari e questo spiega tante cose. Milena la sostituisce prima di incappare in un incidente diplomatico, ma le parole di Vale nel post partita risuonano chiare e minacciose “A dicembre sarà guerra”. Il nostro cuore è tuo. #tispezzolacavigliamalofacciosorridendo

Galli: quando entra in campo ci viene spontaneo chiederci: “perché solo ora?”. Probabilmente zia Milena sperava nell’effetto mondiale e che quindi segnasse entrando nel secondo tempo. Magari, con lei in campo dal 1’ il risultato sarebbe stato diverso. #piúpolemichechescorrette

Tucceri: ci voleva una pandemia per convincere Milena a farla entrare in campo. Questo 2020 non smette mai di stupire. #plottwist

Tarenzi: entra al posto di Giacinti, nel momento in cui bisogna spingere e correre di più. #brevestoriatriste.

By Calcisticamente Scorrette

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: