Dopo esser scalato di un anno per avere tutta l’attenzione su di esso, senza la controparte maschile a metterlo in ombra, è pronto ai nastri di partenza la tredicesima edizione del Campionato europeo di calcio femminile, con sede in Inghilterra.

Sedici squadre divise in quattro gironi sono pronte a darsi battaglia, per aggiudicarsi un posto tra le prime 8 d’Europa, con l’obiettivo finale di arrivare il 31 luglio sul prato verde di Wembley.

Girone D

Francia

Come ad ogni edizione di Europei e Mondiali, le francesi sono tra le prime in lizza per la vittoria finale come favorite.

Nonostante questo, il massimo risultato fino ad ora sono stati in quarti di finale, dove è sempre finito il cammino de Les Bleus. Mentre invece alla Coppa del Mondo il massimo risultato fu un quarto posto.

Abituati a vedere il Lione dominare in Champions League, i francesi si aspettano ora di vedere anche la propria nazionale alzare un trofeo.

L’esordio con l’Italia sarà un’importante risposta a tante domande di entrambe le formazioni.

Italia

Non partiremo sicuramente come favorite, ma la Nazionale di Milena Bertolini ci ha abituati a stupirci e i ricordi di Francia2019 torneranno sicuramente a mente nel corso del torneo.

Il primo posto nel girone sembra sicuramente complicato, mentre la qualificazione ai quarti, dopo la delusione del 2017, è d’obbligo, anche se ci sarà una insidiosa Islanda a darci fastidio.

Contro la Francia all’esordio anche solo un pareggio sarebbe un grande passo in avanti, ma sarà proprio contro le scandinave la gara decisiva.

Islanda

Dietro alle corazzate di Svezia e Danimarca, l’Islanda segue a ruota ed in continua crescita, disponendo sul campo sempre formazioni solidi e difficilmente scalfibili.

Per le azzurre saranno le avversarie principali per la qualificazione ai quarti, ma le scandinave non regaleranno di certo qualcosa.

Per la quarta volta di fila nella competizione, anche l’esperienza raccolta è quella giusta per complicare le cose a chiunque.

Belgio

Tra tutte la meno votata al passaggio del turno, di fronte a formazioni agguerrite ed in cerca di orgoglio e rispetto da parte di tutta Europa.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: