L’allenamento congiunto di ieri con il Tavagnacco è stata la prima occasione per osservare all’opera il Porto 2022/23 e trarre i primi spunti su che squadra attendere al via della stagione. Il test ha permesso a Maggio di sperimentare delle varianti tattiche, evolvendo il modulo dell’anno scorso allo scopo di dare più imprevedibilità al centrocampo e sugli esterni. Come ogni uscita agostana quella di Lugugnana di Portogruaro va valutata, prima ancora che per il tabellino, per l’attitudine in campo e quella delle granata ha soddisfatto. Subito compatte, le ragazze del Porto hanno convinto per attenzione e atteggiamento, nonostante la precauzione abbia convinto mister Maggio a portare a Lugugnana di Portogruaro solo 14 ragazze, lasciando a riposo le più affaticate. Lista ristretta che non ha impedito alle granata di mettere in difficoltà le blasonate friulane, militanti in serie b, per quasi tutta la gara, andando in vantaggio nel primo tempo con un tap-in del nuovo acquisto Spagnolo, sfiorando il raddoppio a più riprese e subendo il gol del pareggio solo in prossimità del 90′.

Presentazione alle porte

Dopo a aver iniziato la preparazione il 17 agosto, la seconda data importante nel precampionato del Porto è il 2 settembre, giorno della presentazione dell’intero settore femminile granata, giovanili comprese. Cancelli aperti alle 19 al “Mecchia”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: