foto di Andrea Nicodemo

“Questa è la stagione in cui osare”. L’abbronzatura e gli scherzi tra una foto e l’altra sono quelli tipici di inizio stagione, ma la terza annata consecutiva del Porto femminile in serie C è già entrata nel vivo, con l’ottimismo del discorso introduttivo di Giorgio Furlanis. Nella presentazione di tutte le squadre femminili al “Mecchia”, il responsabile del settore ha infatti proferito le prime parole ufficiali della nuova stagione: “Non dobbiamo avere paura di puntare in alto, il quinto posto non è un’utopia”. Non si tratta di ambizione, ma di consapevolezza: dopo due faticose salvezze consecutive, l’obiettivo è rendere la serie C una caratteristica cromosomica del Porto. “Al terzo anno in serie C l’esperienza alle nostre spalle comincia a diventare importante – ha spiegato Furlanis – e i sette ingressi in squadra di questa estate hanno aumentato il livello tecnico complessivo della rosa”. Certo, le variabili che determineranno il numero di punti finali sono tante e incalcolabili oggi e, soprattutto, il campionato sarà lungo e con squadre molto attrezzate, sia tra le accreditate per un ruolo da protagonista (Venezia Fc e Vicenza, ma anche il Bologna) sia nella “classe media” (Merano, Jesina, Riccione, oltre alla zona tosco-umbro-marchigiana tutta da scoprire). Una cosa è certa però: Il Porto vuole aggiungere un gradino alla propria scalata.

Contestualmente, sono state ufficializzate anche le rose di Under 19 e Under 15, rispettivamente affidate ai confermati mister Nicola Finotto e Moreno Morettin. “Doveroso citare il risultato capolavoro della nostra Under 15 dell’anno scorso, arrivata terza in campionato. È la nostra squadra più importante, perché rappresenta il futuro. L’Under 19 è un gruppo solido, che prosegue nella continuità del lavoro dello scorso anno e sarà tenuto in considerazione da mister Maggio”.

Le granata respireranno l’aria del campionato già domenica, nel test precampionato in casa del Villorba (calcio d’inizio alle 16.00), dopo la prestazione convincente nella prima, nobile uscita stagionale contro il Tavagnacco. I punti cominceranno a contare davvero da domenica 11 settembre, nella trasferta contro il Riccione, il cui calcio d’inizio è stato posticipato alle 18, un orario che costringerà il gruppo portogruarese a un rientro nottetempo in riva al Lemene.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: