Il Portogruaro non aveva mai vinto in casa del Padova e ha scelto l’infrasettimanale di ieri per invertire la statistica. Ci è voluta una prova di ordine e maturità per conquistare i primi, pesanti, punti in campionato. È finita 2-1 per le granata, come nel derby di ritorno del campionato scorso. Il Padova, reduce da due successi su due, ha confermato di avere opzioni offensive, ma si è scontrato con un Porto pericoloso e sfortunato nel primo tempo. Le ragazze di Maggio, nonostante le assenze in attacco, sono andate in vantaggio dal dischetto con Battaiotto e altre due volte hanno sfiorato il bis. Fontana ha parato un rigore (inesistente) a Fabbruccio, ma sul finale di tempo si è arresa alla sberla di Spagnolo.
Nella ripresa le locali hanno avanzato il raggio del palleggio, il Porto si è abbassato senza perdere compattezza. Spinelli ha confermato la propria pericolosità sull’esterno, Fabbruccio l’affidabilità in regia, ma dalle parti di Fontana sono arrivati solo palloni sporchi. Il guizzo di Minutello premia le granata per essere rimaste dentro la partita con tre punti corsari che possono rappresentare l’inizio di una nuova fase del loro campionato. Come fu quel 2-1 del “Mecchia”.

Fontana para, poi a Battaiotto risponde Spagnolo

Al 2′ Battaiotto da destra serve Gashi ma Rolfini blocca. Al 9′ su azione da corner Fabbruccio mette fuori di pochissimo. All’11’ Gashi cerca l’incrocio dai 35 metri: fuori di centimetri. Segue un quarto d’ora senza occasioni ma di grande intensità. Al 25′ rigore per le biancorosse, ma le immagini dimostrano che il fallo è su Spollero. Fontana stoppa Fabbruccio dagli 11 metri. 2′ altro rigore, ma per il Porto: braccio largo di Rizzioli su tiro di Spollero, Battaiotto mette fuori causa Rolfini dal dischetto. Al 37′ grande chances granata, con il cross di Minutello e testa di Gashi che colpisce l’incrocio. Pareggio Padova al 41′: iniziativa di Servetto, palla a Spagnolo che infila tra palo e portiere.

Un solo episodio, decisivo

Ripresa molto tesa. Il Padova si fa preferire per la manovra, senza però concretezza davanti. Merito del Porto, che chiude i varchi al centro e limita la qualità e la corsa degli esterni patavini. Al 34′ l’episodio che decide il derby: Gava C. lancia lungo su punizione, Minutello anticipa difesa di testa difesa e Rolfini. Vince il Porto.

Reti:

28′ pt Battaiotto (r), 41′ Spagnolo, 34′ st Minutello.

Ammonizioni:

Fabbruccio

Portogruaro

Fontana, Minutello, Piovesan, Volpatti, Chiarot, Gava C., Codarin, Spollero (26′ st Durigon), Matiz (16′ st Raicovi), Gashi (11′ st Bigaran), Battaiotto. Allenatore: Maggio. A disposizione: papandrea, Di Lenardo, Roveretto, De Fazio, Spagnolo.

Padova

Rolfini, Servetto, Fabbruccio (36′ st Martello), Dal Fra (11′ st Gallinaro), Biasiolo, Carli (11′ st Donà), Rizzioli, Balestro, Spagnolo, Spinelli, Mele (30′ st Michelon). Allenatore: Montresor. A disposizione: Polonio, Costantini, Ranzato, Callegaro, Lovato.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: