foto di Andrea Nicodemo

I quattro gol del Lumezzane al “Mecchia” sono una fotografia veritiera della differenza di valori rispetto al Porto. Una squadra, quella lombarda, al momento fuori portata, non solo per le granata: se mantenessero la media reti attuale, le ragazze di coach Mazza a fine stagione avrebbero 172 gol. E pensare che quella di Portogruaro è stata per le ospiti, almeno per la prima mezz’ora, la partita finora più ostica: le granata, pur sulla difensiva, erano riuscite a tamponare le avanzate ospiti grazie alle giuste spaziature. La battaglia di Padova, giocata solo quattro giorni prima, ha lasciato tossine sulle gambe delle ragazze di Maggio, che le ospiti non avevano. Il Lume poi, da squadra navigata, ha girato palla, ha fatto muovere la difesa fino a trovare la chiave di ingresso e i gol di Picchi e Velati sono la naturale conseguenza. Ancora Picchi in apertura di ripresa ha chiuso i conti. A conti fatti, il Porto non esce ridimensionato, anzi ha dimostrato di non disunirsi nelle difficoltà, mentre gli spettatori del “Mecchia” difficilmente vedranno un’altra squadra così.

Il Porto regge, poi l’uno-due

Al 2′ girata al volo di Picchi di poco fuori. Al 5′ traversa di Muraro dal limite. Catena di destra ospite insidiosa con la cosa di Redolfi e la fantasia di Muraro. All’8′ cross dalla destra di Redolfi, ma Velati e Picchi mancano la traiettoria in spaccata. Dopo i primi 10′ il Porto riesce ad alleggerire la morsa grazie a una maggiore efficacia negli anticipi, ma non riesce a rendersi pericoloso anche per la attenta guardia lombarda. Il Lume muove bene la palla da dietro e il vantaggio arriva al 23′: calcio d’angolo di Redolfi che rientra sul secondo palo, spinto in rete da Picchi da due passi. Le granata subiscono il colpo e al 30′ le ospiti raddoppiano con Velati, che dal limite pesca l’angolo lontano. Al 40′ tiro di Velati murato in area.

Picchi e Asperti chiudono la gara

La ripresa si apre al 3′ col salvataggio sulla linea di Chiarot su tiro di Asperti, dal corner seguente Picchi insacca nel cuore dell’area. Al 18′ poker firmato Asperti, che riceve al limite dopo un triangolo nello stretto e trova rasoterra il secondo palo. Al 33′ salva sulla linea Minutello su Belotti. Sul ribaltamento d’azione girata di testa di Matiz da calcio d’angolo, palla alta. Dopo il poker il Lumezzane allenta la pressione e sostituisce le pedine chiave. I ritmi si abbassano anche per via della girandola di cambi. In pieno recupero Dolfini chiude in scivolata su Battaiotto.

Reti:

23’ pt Picchi, 30’ Velati, 3’ st Picchi, 18’ Asperti

Ammonizioni:

Durigon, Minutello, Ronca, Dolfini

Lumezzane

Gritti, Brocchetti, Redolfi (5’ st Dolfini), Freddi (28’ st Sevesk), Belotti, Lacchini, Muraro, Asperti (24’ st Ronca), Picchi, Scarpellini (16’ st Zappa), Velati (1’ st Valesi). Allenatrice: Mazza. A disposizione: Cancarini, Valtulini, Fiorelli, Prederi.

Portogruaro

Fontana, Minutello, Piovesan, (8’ st Gava V.) Volpatti, Chiarot (21’ st Raicovi), Codarin, Spollero (1’ st Gava C.), Matiz, Durigon (12’ st Roveretto), Gashi (1’ st Bigaran), Battaiotto. Allenatore: Maggio. A disposizione: Papandrea, Di Lenardo, De Fazio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: