Foto di Andrea Nicodemo

Sei gol in 90′, in serie C, si erano visti in riva al Lemene solo nel 6-1 contro il Le Torri del 23 maggio 2021. Quella partita, a quattro giornate dalla fine, fu la prima vittoria stagionale al “Mecchia”. Lo è anche questa volta e, proprio come un anno e mezzo fa, il successo non è spiegabile senza il percorso di queste prime sei giornate. Certi segnali di crescita vanno ricercati fuori dai tabellini, nelle sfumature delle partite, tanto care a mister Maggio. Allo stesso modo, il passivo non restituisce il primo tempo della Samb, andata sotto al 2′ con Battaiotto, ma vicinissima al pari tre volte sul finire di frazione. Ci sono volute due parate decisive di Papandrea, che ha giocato due match in 24 ore e ha tenuto entrambe le volte la rete inviolata. Nella ripresa, la traiettoria telecomandata di Gashi, per la seconda partita consecutiva in gol da punizione, più che tagliare le gambe alle ospiti ha messo le ali alle granata, che hanno giocato il loro miglior calcio. Il primo quarto d’ora granata è stato impressionante: Battaiotto (tripletta dedicata al compleanno del padre) si è portata a casa il pallone, Raicovi ha segnato per la prima volta in serie C, Matiz è salita a tre centri in campionato, andando a meno due dal suo record personale. Per dare un’idea, il Porto ha segnato in una partita tanti gol quanti ne aveva segnati in tutte le cinque giornate precedenti.

Subito Battaiotto, poi serve Papandrea

1’30” e Battaiotto ha la palla del vantaggio: tiro a giro dai 10 metri di poco alto. Passano pochi secondi e la stessa 11 locale, al termine di uno scambio con Gashi, infila il secondo palo rasoterra. Segue mezz’ora di gioco stagnante, è la gara che ci si aspettava: fisica e bloccata. Al 32′ Poli per poco non approfitta di un malinteso difensivo granata, mettendo fuori di un niente da distanza ravvicinata. Al 41′ Matiz apparecchia per Bigaran, il tiro è bloccato da Sbranchella. Iniziativa al limite al 45′ di Raicovi, che salta due avversarie e tira centrale. Doppia grande chance per le marchigiane in chiusura di tempo: al 46′ Langiotti dalla destra va in diagonale ma Papandrea si oppone; 1′ dopo ancora Papandrea vola all’incrocio a deviare il tiro di Ponzini.

Gashi-gol poi il diluvio

Il Porto della ripresa ha un altro piglio. Al 4′ pallonetto di Gashi che colpisce la traversa e rimbalza dentro. Ancora Gashi pericolosa al 6: colpo di testa in tuffo su cross di Battaiotto fuori di un amen. Momento “Mamma butta la pasta” al 9′: traversa di Chiarot su corner di Minutello, sulla ribattuta Gava C. viene stoppata, palla a Matiz che si gira e trova l’angolo lontano. Al 12′ pezzo di bravura sull’asse Gashi-Battaiotto: assist di esterno della prima, pallonetto della seconda a superare Sbranchella. Quarto d’ora devastante concluso da Raicovi, che chiude all’altezza del dischetto un cross di Matiz da sinistra, festeggiando il buon inizio di campionato con il primo gol in prima squadra. Spizzata di Gashi al 25′ che mette in movimento Battaiotto, glaciale nel dribblare Sbrachella e segnare il 6-0. Battaiotto vicina al poker al 33′ su servizio di Nodale. Ultimo appunto della gara al 35′: Piemonte dal limite, blocca Sbranchella.

Reti:

2′ pt, 12′ e 25′ st Battaiotto, 4′ st Gashi, 9′ Matiz, 14′ Raicovi.

Ammonizioni:

Lelli

Sambenedettese

Sbranchella, Larcher (4′ st Sgariglia), Lelli (1′ st Di Salvatore), Natalini, Bianchini (21′ st Angelini), De Luca, Langiotti, Pontini, Poli, Principi (21′ st Sacchini), Ponzini. Allenatore: Malatesta.

Portogruaro

Papandrea, Minutello, Gava V. (18′ st Piovesan), Di Lenardo, Chiarot, Gava C., Raicovi (23′ st Piemonte), Bigaran (11′ st Spollero), Matiz (30′ st Nodale), Gashi, Battaiotto (36′ De Fazio). A disposizione: Fontana, Labelli, Giorni, Vignandel.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: