Il nome dell’avversario sembra fatto apposta: al Porto serve ripartire dopo il pesante passivo rimediato a Marcon e riceve un Rinascita Doccia reduce dal 3-3 interno contro la Triestina. I numeri dimostrano come questo sia a tutti gli effetti uno scontro diretto: i tre punti di differenza in classifica, a vantaggio delle granata, si spiegano infatti con il successo delle ragazze di Maggio nel derby contro il Padova. Per il resto, sia Porto che Rinascita Doccia hanno battuto la Samb e pareggiato contro una diretta concorrente. La gara di domani si prospetta quindi un faccia a faccia che può dire molto sul percorso di entrambe: una deve rialzarsi, l’altra mantenere l’imbattibilità per più di una partita, cosa mai successa in questo inizio di campionato. Prevedibile, anche in ragione del clima mite previsto, una gara almeno inizialmente equilibrata. Con il ritorno all’ora solare alle 3 di stanotte, la gara sarà anticipata di un’ora rispetto al solito orario di inizio campionato. Anche questo, seppur secondariamente, potrebbe pesare. Calcio d’inizio alle 14.30 al 2Mecchia”, fischierà De Stefanis di Udine.

Portogruaro

Uno stop contro il Venezia 1985, nell’ottica di una stagione, era preventivabile, anche tenendo conto degli infortuni di questo primo scorcio di campionato. Nello scontro diretto di domani, però, al Porto si chiede innanzitutto una reazione, al di là del risultato, al secondo tempo di Marcon. Le gare di inizio campionato delle granata erano difficili, ma anche più stimolanti da preparare. I prossimi impegni, a partire da domani, sono invece insidiosi, perché hanno il rischio di sottovalutare l’impegno. Il Rinascita Doccia è il perfetto esempio: tre punti in meno ma squadra tignosa, toscana, che sa attendere e gioca sulle disattenzioni altrui.

Rinascita Doccia

Il Rinascita Doccia sta prendendo forma con il passare delle giornate ma non ha ancora messo in fila due risultati utili consecutivi. La partita di domani potrebbe servire alle ragazze di mister Bellucci per mettere da parte punti preziosi in vista delle prossime quattro gare, che comprenderanno Bologna e Jesina, il derby col Lebowski e la trasferta mai facile a Vicenza. Rispetto alle granata, i risultati recenti sono incoraggianti: il pari interno contro la Triestina ma anche i due gol in casa del Merano. Quella di domani sarà una prova di maturità.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: