È tutto pronto per l’Algarve Cup. Il torneo portoghese che avrà inizio il 4 Marzo vede, dopo ben 12 anni, la partecipazione della Nazionale femminile Italiana. Gli eccellenti risultati ottenuti dall’Italia allenata da Milena Bertolini al Cyprus Cup, al Mondiale e le qualificazioni per gli Europei hanno portato gli organizzatori ad includere anche la Nazionale Azzurra al prestigioso torneo dedicato al calcio femminile che si tiene ogni anno in Portogallo.

Le nostre Azzurre affronteranno alle 21.15 (ore locali) proprio le padrone di casa, in una sfida che ai nostalgici ricorderà il match del 8 Giugno 2018, partita che valse alle Azzurre la qualificazione ai Mondiali. La partita sarà visibile su Rai Sport.

Per quanto riguarda le convocate:

Hanno fatto abbastanza discutere le scelte della Ct. e, soprattutto, fa molto discutere la notizia dell’ultima ora legata alle 4 milaniste (Giacinti, Bergamaschi, Fusetti e Tucceri) prima convocate e poi escluse dalla competizione, alla base la scelta condivisa da parte della Figc e del Milan a seguito dell’emergenza Corona Virus (che ha visto particolarmente colpita la Lombardia). Quella che partirà domani sarà dunque una Nazionale in cui sicuramente pesano grandi assenze nell’11 titolare, coach Bertolini infatti dovrà fare a meno del capitano del Milan Valentina Giacinti, dal Mondiale titolare inamovibile, e di Valentina Bergamaschi, anche lei pedina fondamentale nello scacchiere azzurro per la sua duttilità. Se da un lato fanno discutere le scelte della Ct. circa la convocazione di Cecilia Salvai giudicata da molti “prematura”, e la non riconferma di Giada Greggi, trova molto consenso la convocazione di Tatiana Bonetti. La numero 10 viola finalmente trova la maglia azzurra e, molto probabilmente, anche un posto fra le titolari. Altro ritorno in azzurro per Katja Schroffenegger a seguito delle ottime prestazioni in campionato con il Florentia e confermata la presenza di Rachele Baldi, vista da molti come la vera erede di Giuliani. Per quanto riguarda la difesa, oltre la presenza di Salvai, subentrano le giovanissime Lenzini e Tortelli al posto delle milaniste escluse dalla competizione Tucceri e Fusetti. Confermate Gama, Linari, Bartoli, Guagni e Boattin. A centrocampo Caruso prende il posto di Bergamaschi, confermate le solite Cernoia, Giugliano, Galli, Rosucci. Grande novità la presenza di Marta Mascarello, la giovanissima centrocampista viola ritorna a vestire azzurro dopo essere stata una delle protagoniste del famoso Mondiale under-17 in Costa Rica. In attacco affianco alle confermate Sabatino, Girelli, Bonansea, Tarenzi (che dopo l’incertezza dovuta al corona virus raggiungerà le compagne domani), troviamo al posto di Giacinti la giovanissima Agnese Bonfantini. Non sarà facile per lei sostituire la goleador rossonera e della nazionale, ma il suo recente stato di grazia potrebbe giocare a suo favore.

Dove può arrivare l’Italia?

Sono 8 le squadre a partecipare alla 27esima edizione dell’Algarve Cup. Insieme all’Italia prenderanno parte al torneo portoghese anche Svezia, Norvegia, Germania, Nuova Zelanda, Belgio, Danimarca e Portogallo. Discretamente fortunata l’Italia a trovare le padrone di casa nel sorteggio, la partita avrà luogo il 4 Marzo e se le Azzurre dovessero vincere la sfida diretta si troverebbero in semifinale, sfidando il 7 Marzo la vincente tra Nuova Zelanda e Belgio. Sfida molto più accesa dall’altra lato del tabellone, dopo 4 anni di assenza dall’Algarve Cup, ritorna la Germania, la superpotenza del calcio femminile che sfiderà la Svezia, reduce da un ottimo mondiale. Occhi puntati sulla Danimarca, che con l’Italia condivide il girone nelle qualificazioni per l’Europeo, le danesi affronteranno la Norvegia in una sfida molto sentita. Non sono dunque poche le possibilità di fare bene per la Nazionale Azzurra e, magari perché no, non è improbabile assistere ad un anticipo di Italia-Danimarca, magari l’11 Marzo come finale.

Di Valeria Silvestri

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi