Foto: U. S. Triestina Calcio 1918 Femminile

Dopo l’1-3 per la Triestina l’andata, al Portogruaro sarebbe servita una vittoria con almeno due gol di scarto per pareggiare i conti e, in caso di arrivo a parità di reti segnate nelle due gare, sarebbe servito il sorteggio con la monetina. Non è stato necessario però, perché al “Cosulich” i verdetti di due settimane fa possono dirsi confermati. La Triestina, in cui Virgili tornava titolare, ha ha rischiato poco grazie a una gara precisa dietro e in attacco non ha perdonato: Del Stabile e Paoletti sono state anche stavolta un rebus irrisolto per le venete. Le ragazze di mister Melissano non si sono sedute sul vantaggio dell’andata, hanno messo al sicuro la qualificazione e poi hanno amministrato il risultato, non è scontata nessuna delle due cose ed è un merito. Il Portogruaro ha mostrato segnali incoraggianti sotto il profilo del gioco, ma è ancora fragile. Le granata, senza Furlanis in attacco e con Piovesan al posto di Comacchio tra i pali, hanno tenuto palla tanto quanto le alabardate, ma hanno faticato a trovare luce dalle parti di Bonassi. Soprattutto, la loro gara è stata indirizzata da due gol delle triestine tra il 5′ e il 10′ del primo tempo, a quel punto sarebbero serviti quattro gol al Porto senza subirne, praticamente un miracolo vista la Triestina in campo.

Partenza letale

Eppure le granata erano partite bene: al 2′ Zamberlan smarca in profondità Gallo, ma Bonassi esce e chiude lo specchio; 2′ dopo Gashi addomestica un pallone vagante sulla trequarti avversaria ma trova ancora attenta l’estrema locale. La sfortunata deviazione di Volpatti, che mette involontariamente in porta un cross di Flaiban (ispirata dalla solita Tortolo), vale l’1-0. Il raddoppio arriva a stretto e bastano tre tocchi: rinvio di Bonassi, spizzata di del Stabile e pallonetto dal limite di Paoletti a scavalcare Piovesan fuori dai pali. Due gol in 5′ il Porto volenteroso del primo tempo non li meritava, è la dura legge del gol. Ci sarebbe anche l’occasione al 27′ per il tris, con Del Stabile che vede scendere un campanile in area e di testa lo ricaccia in alto, traversa interna e Volpatti che spazza sulla linea. Al 30′ Del Stabile rientra dalla sinistra e filtra per Tortolo che conclude: doppia parata di Piovesan su di lei da distanza ravvicinata, aiutata anche dal palo. Due tiri portogruaresi da media distanza con Piemonte e Spollero chiudono la prima frazione.

Ripresa con poche emozioni

Nella ripresa, dopo 20 minuti di amministrazione giuliana, il terzo gol triestino arriva all’improvviso, palla in profondità per Del Stabile che ha tanto spazio da attaccare alle spalle della difesa e davanti a Piovesan non sbaglia. Un tentativo da lontano di Spollero è l’ultimo squillo di un secondo tempo grigio.

Reti:

6′ pt Volpatti (aut.), 10′ pt Paoletti,21′ st Del stabile

Portogruaro (4-4-2)

Piovesan, Gava V., Chiarot, Spollero, Gava C., Volpatti (32′ st Nodale), Matiz, Zamberlan (18′ st Durigon), Gallo, Gashi (38′ st Chies), Piemonte (38′ st De Fazio). All. Rauso. A disp. Comacchio, Roveretto, Sovran G., Bigaran, Zilli.

Triestina (4-2-3-1)

Bonassi (41′ st Storchi), Usenich (15′ st Nemaz), Sandrin, Virgili, Tic (30′ st Lago), Alberti, Ferfoglia (38′ st Gaspardis), Del Stabile, Tortolo, Flaiban, Paoletti (24′ st Zuliani). All. Melissano. A disp. Malaroda, Blarzino.

Rispondi