Le ragazze di Montemurro contro l’Empoli hanno portato a casa il massimo risultato, ma senza brillare, e sabato pomeriggio saranno impegnate in una sfida decisamente probante in trasferta contro la Roma. 

Le giallorosse, che nella passata stagione si sono rese protagoniste di un cammino in crescendo che le ha portate a conquistare la Coppa Italia, eliminando proprio le bianconere in semifinale, in estate si sono rinforzate ulteriormente, colmando quasi tutte le lacune e divenendo, secondo gli addetti ai lavori, la principale antagonista sulla carta della Juventus per la conquista dello Scudetto.

Inoltre anche la Roma ha cambiato guida tecnica, affidandosi ad Alessandro Spugna, artefice nella passata stagione di un ottimo campionato alla guida dell’Empoli nonché ex allenatore della formazione Primavera femminile bianconera per due stagioni.

L’inizio di stagione delle giallorosse sembra aver confermato quanto di buono si vociferava in estate, conquistando tre vittorie in altrettante partite disputate e già mostrando in parte il gioco particolarmente offensivo che il nuovo allenatore esige dalle proprie ragazze.

Va da sé che in un campionato relativamente corto come quello di Serie A femminile ciascuna partita può risultare decisiva e quindi ogni passo falso può essere fatale, soprattutto quando si lotta per le posizioni di vertice in cui le differenze, mai come in questa stagione, sono sempre più assottigliate…

Montemurro, nonostante la prestazione poco incoraggiante con l’Empoli, ha comunque asserito che è stato soddisfatto di come le sue ragazze abbiano saputo mantenere il pallino del gioco, senza mai perdere la calma e colpendo al momento opportuno.

Il tecnico italo-australiano in particolare ha posto enfasi sul fatto che certe prestazioni saranno utili in vista degli imminenti impegni di UWCL, in quanto la sua squadra dovrà abituarsi in campionato a portare a casa i tre punti anche in modo “sporco”, perciò senza badare troppo alla qualità ma piuttosto alla concretezza.

Senza dubbio la Juventus ha già dimostrato in questo inizio di stagione che, quando i giochi si fanno seri, difficilmente stecca, mantenendo perciò quella caratteristica che nella lunga gestione Guarino ha fatto enormemente la differenza. 

Tuttavia la mancanza di cinismo in zona offensiva è un problema che permane e se contro compagini inferiori alla fine risulta poco determinante, contro squadre del livello attuale della Roma potrà esserlo, quindi sarà necessario un deciso cambio di passo rispetto alle ultime prestazioni per poter vincere su un campo difficile come il Tre Fontane, in cui la Roma nella passata stagione ha perso una sola partita in campionato proprio contro le bianconere.

Il reparto forte della Juventus in questo momento è la difesa, con Lenzini che sta regalando prestazioni di altissimo livello sfruttando le assenze di Sembrant e talvolta Gama.

I terzini probabilmente saranno la chiave della partita, visto che dovranno fronteggiare due formidabili velociste come Serturini e Glionna le quali, soprattutto nei contropiedi, potrebbero veramente fare molto male. 

Montemurro dovrà per forza di cose fare un turnover ragionato in vista del primo impegno della fase a gironi di UWCL, che si terrà mercoledì in trasferta contro il Servette e sarà già praticamente fondamentale per delineare chi potrà continuare tra le due compagini a sperare concretamente nella qualificazione ai quarti di finale, dato che Chelsea e Wolfsburg sono decisamente le favorite per il passaggio del turno e quindi per poterle insidiare non bisognerà perdere punti per strada.

Il vero ballottaggio potrebbe essere quello sulla fascia destra tra Hyyrynen e Lundorf, con la finlandese favorita per una maglia da titolare visto le sue più spiccate doti difensive che contro un avversario ostico come la Roma sarebbero più appropriate.

Inoltre anche Girelli potrebbe avere un turno di riposo lasciando spazio a Stašková, che con la sua fisicità potrebbe mettere in grossa difficoltà la rocciosa coppia di centrali giallorossa ed aprire preziosi spazi per le compagne accorrenti dalle retrovie.

Unico dubbio è sull’impiego di Gama, che si è infortunata in Nazionale contro la Croazia e potrebbe tornare a disposizione proprio contro la Roma, tuttavia pare improbabile che venga rischiata dal primo minuto, preservandola invece in funzione della sfida di UWCL.

Alla luce di quanto accaduto nella passata stagione le bianconere dovranno dare il meglio di sé per poter battere le giallorosse: sarà una vera battaglia al Tre Fontane, in cui tornerà anche il pubblico, e l’imminente sfida di UWCL non dovrà assolutamente distrarle.

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi