Hellas subito in avanti, cross di Pasini dalla destra, Anghileri non aggancia ma manda fuori tempo Capelletti, spalancando così la porta a Cedeño che deve solo appoggiare il pallone in rete dopo appena un minuto e venti secondi. L’Empoli colpita a freddo ci mette un po’ a reagire e viene spesso sorpresa dai contropiedi fulminei di Anghileri e Cedeño, che però non trovano la porta. Primi squilli delle toscane dal trentesimo minuto, pericolose sugli sviluppi dei corner conquistati da De Rita e un’incursione di Bragonzi in area. La Ripresa si apre con le azzurre decise a ristabilire gli equilibri, riprendono il pressing alto del finire di primo tempo e stavolta arriva al 50° il gol di Dompig con un bel destro sul primo palo. Dopo appena otto minuti l’Empoli si porta in vantaggio, cross di Dompig e Bragonzi è glaciale sottoporta. Non c’è più storia, il Verona svanisce e le toscane diventano padrone del campo e all’85’, una punizione di Knol viene trasformata di testa ancora da Bragonzi, che chiude i conti sul 3 a 1.

Empoli – Hellas Verona 3-1

Marcatrici: Cedeño 2’, Dompig 50’, Bragonzi 58’, 85’

EMPOLI (4-4-2): Capelletti; De Rita, Brscic, Knol, Mella; Prugna, Cinotti (dal 78’ Silvioni), Bardin (dal 65’ Oliviero), Bellucci; Bragonzi, Dompig (dal 86’ Monterubbiano).
A disposizione: Ciccioli, Morreale, Oliviero, Silvioni, Nichele, Tamborini, Nocchi, Monterubbiano, Nicolini.
Allenatore: Ulderici

HELLAS VERONA (4-3-3): Keizer; Ledri (dal 65’ Oliva), De Sanctis, Ambrosi, Jelencic; Catelli (dal 59’ Mancuso), Errico (dal 81’ Marchiori), Lotti (dal 59’ Dhalberg); Cedeño, Anghileri (dal 59’ Nillson), Pasini.
A disposizione: Casarasa, Marchiori, Dahlberg, Nilsson, Oliva, Rizzioli, Mancuso, Quazzico, Zoppi.
Allenatore: Pachera

Arbitro: Luigi Catanoso

Note
Ammonite: Jelencic

Fonte foto: Riccardo Donatoni

Rispondi