Sabato 2 ottobre l’impianto sportivo “Tre Fontane” di Roma ha ospitato il big match della quinta giornata di Serie A femminile tra Roma e Juventus.

Le due squadre si sono scontrate 6 volte, in campionato, le giallorosse non sono ancora riuscite a negare la vittoria alle bianconere. Infatti l’unica vittoria della Roma contro la Juventus risale al 13 marzo 2021, quando la squadra capitolina, al tempo guidata da Mister Bavagnoli, vinse 2-1 ma era un match di Coppa Italia. 

La partita di sabato era iniziata con il piede per le ragazze di Mister Spugna che sono passate in vantaggio al 28’ del primo tempo con il primo gol in maglia giallo rossa di Lucia Di Guglielmo. 

Il Secondo tempo invece il pallino del gioco lo tengono le ragazze di Montemurro che riescono a ribaltare il risultato grazie alle reti di Rosucci al 64’ e di Staskova al 87’.

Il gol di Lucia Di Guglielmo è stato il primo della Roma contro la Juventus in Serie A tra le mura amiche. Le giallorosse, infatti, erano andate in gol contro le bianconere, in casa, soltanto nel match di Coppa Italia sopra citato.

La Juventus, grazie a questa vittoria, eguaglia il record di vittorie consecutive ottenute (29) del Brescia 2013/14; in quel Brescia erano protagoniste diverse ragazze oggi bianconere.

I numeri del match

 Il risultato del match è sempre stato in bilico, le due squadre si sono affrontate a viso aperto, nessuna ha prevalso sull’altra dal punto di vista del possesso,  infatti, come mostra il grafico a fianco le due compagini si sono equamente spartite il possesso palla (Roma 50.30%; Juventus 49.70%).

La Roma ha prevalso nel primo tempo, mentre il secondo tempo è stato bianconero.

 Una delle principali caratteristiche della squadra della Capitale è sempre stato il carattere e la caparbietà; queste caratteristiche sono evidenziate dai dati riportati nel grafico “Duelli”. Le ragazze di Spugna hanno registrato percentuali di duelli vinti più elevate rispetto alle bianconere; specialmente nei duelli arei la differenza è notevole (Roma 54.50% Juventu 45.50%).

I dati evidenziano come, per entrambe le squadre, il gioco spesso riparta dalle retrovie; infatti sia per la Roma che per la Juventus le giocatrici che hanno registrato un maggior numero di tocchi e di passaggi effettuati sono i difensori.

 La giallorossa che ha toccato il maggior numero di palloni (74) è proprio un difensore, Elena Linari, la quale è anche la giocatrice che ha effettuato il numero più elevato di passaggi (66). Seconda per palloni toccati è un altro difensore, il capitano Elisa Bartoli (73), ma questa ha registrato un numero di passaggi decisamente inferiore rispetto alla prima (43).  Il 53.60% dei tocchi giallorossi sono stati registrati nel reparto difensivo; abbastanza elevati sono anche i tocchi di Serturini e Glionna le due attaccanti esterni della squadra capitolina, questi dati evidenziano come spesso l’azione giallorossa parta dalla difesa e si distribuisca poi sulle fasce.

 Come mostra il grafico “Passaggi riusciti Roma” la giallorossa che ha registrato un maggior numero di passaggi riusciti è Thaisa, infatti, è riuscita a girare la palla alle compagne 20 volte su 22 tentativi (90.90% di precisione); dopo di lei la più precisa è stata Alves con 9 passaggi riusciti su 10 (90% di precisione). In generale, comunque, tutte le giallorosse hanno registrato l’indice “precisione passaggi” superiore al 60%.

 Anche per le bianconere la giocatrice che ha toccato più palloni è un difensore, Lisa Boattin (72), ma non è quella che ha effettuato più passaggi, infatti, in questo caso la giocatrice che ha girato più volte la palla alle compagne è un altro difensore, il capitano Cecilia Salvai (51). I dati relativi alla distribuzione del gioco bianconero evidenziano come anche le attaccanti Girelli e Bonansea abbiano effettuato molti passaggi, sintomo di coinvolgimento di tutti i reparti nella costruzione del gioco.

Tra le fila bianconere invece le più precise nei passaggi sono state Pedersen con 37 passaggi riusciti su 42 (88.10% di precisione) e Cristiana Girelli con 21 passaggi riusciti su 24 (87.50% di precisione). Tutte le ragazze schierate dal primo minuto hanno l’indice “precisione passaggi” maggiore del 60% ad eccezione di Hurtig che è leggermente al disotto (57.10%).

 Anche i dati sulle conclusioni, riportati nel grafico “Statistiche di tiro” confermano l’equilibrio tra le due squadre; entrambe registrano 6 occasioni da gol create. La Juventus ha tentato più volte il tiro rispetto alla Roma (11 contro 8), ma i tiri nello specchio sono 5 per entrambe; pertanto la Juventus è stata più cinica sotto porta rispetto alle giallorosse. 

 Il campionato è ancora lungo, ma visti i risultati delle prime partite è molto difficile fare pronostici. La Juventus per il momento rimane in testa a punteggio pieno in compagnia del Sassuolo.

Rispondi