lazio

La Lazio volta pagina, all’indomani della netta sconfitta maturata al “Ricci” di Sassuolo e costata la panchina all’iconica Carolina Morace. Una decisione inequivocabile da parte della società biancoceleste, che ha visto le proprie ragazze rimanere saldamente inchiodate all’ultima posizione in classifica a seguito del quinto ko consecutivo in altrettante apparizioni ufficiali, il quale la dice davvero lunga sullo stato di (non) forma del club romano.    

Risultato, quello contro il Sassuolo, che lascia davvero poche attenuanti all’ormai ex allenatrice laziale, visto l’evolversi di una gara dove Martin e compagne non hanno davvero saputo lasciar traccia: sebbene non sia arrivata la consueta goleada che i due precedenti contro Fiorentina e Milan potevano far presupporre, infatti, le biancocelesti devono fare i conti con l’impietosa statistica di 0 conclusioni a rete (comprese quelle al di fuori dello specchio) contro le ben 33 avversarie.

Se a questo si aggiungono un modulo di gioco ancora lontano dall’aver trovato la propria stabilità e l’impiego di diverse giocatrici fuori ruolo nel vano tentativo di trovare una soluzione a partita in corso, ecco allora che la decisione presa dalla dirigenza romana appare del tutto inevitabile.

Squadra affidata quindi a  Massimiliano Catini, chiamato al grande salto dopo aver guidato per due stagioni l’under 17 femminile, che verrà affiancato dal nuovo staff (Cristian Ieno collaboratore tecnico, Francesco Panzerini direttore tecnico, Monica Caprini team manager), nella speranza di poter dare una scossa alla fin qui disastrosa stagione.

Inoltre, tra le novità spicca anche il ritorno in squadra del capitano della passata stagione Martina Santoro, protagonista della promozione in A e leader indiscusso dello spogliatoio, la quale era stata  messa fuori rosa dalla stessa Morace senza possibilità di reintegro, generando così diversi malumori all’interno dell’ambiente.

Primo banco di prova sarà quindi la sfida di Sabato prossimo a Formello contro l’insidiosissimo Pomigliano, diretta concorrente per la salvezza e reduce dalla splendida vittoria casalinga ai danni della ben più quotata Inter, nel tentativo di far tornare biancazzurro un cielo che a quanto pare non è mai stato così nero.

Rispondi