Dopo l’ennesima vittoria della squadra di Patrizia Panico, i tre goal rifilati in casa dell’Hellas Verona
e il carattere dimostrato, le ombre delle prime giornate sembrano ormai allontanate, lasciando
spazio ad un presente convincente, con la squadra consapevole delle sue potenzialità.

Le viola non sembravano affatto preoccupate quando a metà primo tempo si sono ritrovate in
svantaggio, stavano attaccando dal primo minuto e hanno continuato a farlo. Le falcate prima di
Cafferata poi di Monnecchi hanno dato probabilmente la spinta in più verso la rimonta, oltre alla
prestazione devastante di Claudia Neto. La portoghese è ormai padrona del centrocampo viola, in
un match dove ha sempre trovato libere le sue compagne.

Le fiorentine ci stanno abituando a partite con molti goal ed a vittorie con un buon margine di
goal, gli scommettitori le descriverebbero una squadra da “over” per via del punteggio delle
ultime partite, a dimostrazione di come la giovane batteria di attaccanti ed esterni al servizio di
sua maestà Daniela Sabatino sta fruttando e non poco.

Il test più grande arriva dopo la sosta, un trittico di impegni non indifferente: prima le due milanesi
in casa, poi la trasferta a Roma sponda giallorossa. Non avranno impegni di coppa e avranno più
tempo per preparare questi tre impegni pronti a dare delle risposte importanti sulle vere
potenzialità delle viola in vista del giro di boa.

Per ora si godono la terza vittoria consecutiva e le quattordici reti segnate, terze in questa
classifica speciale al pari della Juventus.

Rispondi