Domenica 2 maggio 2021, una data importante per la storia dell’ Atletico Castellazzo, in particolar modo per le ragazze del settore giovanile femminile che dopo tanta attesa hanno finalmente scoperto la livrea ed il messaggio della loro nuova maglia da gioco.

Una maglia ricca di tonalità con il viola come filo conduttore e gli altri colori della bandiera arcobaleno a completare una divisa più unica che rara, soprattutto per il messaggio al suo interno: sul petto infatti campeggia la scritta #RESPECT circondata da tantissime altre parole importanti come comprensione, educazione, fratellanza, uguaglianza solo per citarne alcune… parole non scelte a caso come ci spiega il Presidente Matteo Merli ideatore della maglia : “Tutto è nato dopo aver assistito ad uno spiacevole episodio di discriminazione nei confronti di una giovane calciatrice (non dell’ Atletico) , senza entrare nel dettaglio per rispetto delle parti, dopo aver smaltito la rabbia ho sentito il dovere di dare un segnale con la nostra squadra ed ho coinvolto le nostre fantastiche giocatrici domandando di riassumermi in una/due parole il significato per loro del rispetto , in questo modo sono nate tutte queste meravigliose parole poi inserite nella divisa”.

A loro insaputa quindi le allieve dell’ Atletico Castellazzo hanno contribuito alla nascita di questa nuova maglia dal messaggio importante soprattutto in questo momento storico di continua lotta alla discriminazione.

Ad impreziosire la presentazione della maglia la presenza di Igor Trocchia, CT della Nazionale Sordi e nominato dal Presidente Mattarella Cavaliere dell’ Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il suo gesto del maggio 2018, quando decise di abbandonare il campo ed il torneo durante una partita per le gravi offese razziste ricevute da un suo giocatore di origine Burkinabè, diventando da allora “MR Fair Play”.

Trocchia ha assistito alla presentazione della maglia per poi portare la sua esperienza ricordando alle ragazze l’ importanza di un messaggio del genere “Ora avete una responsabilità in più e dovete trasformare queste bellissime parole da voi scelte in fatti comportandovi sempre con rispetto, fratellanza ed educazione” .

Il pomeriggio si è poi concluso con un paio d’ ore d’ allenamento per le ragazze seguendo i metodi partecipativi portati proprio da Mister Trocchia.

I colori di questa maglia non sono casuali come spiega Alice Gambarelli DS dell’ Atletico Castellazzo e responsabile del settore femminile: “la bandiera arcobaleno è conosciuta come icona di pace ma è anche il simbolo più usato e noto nel movimento di liberazione omosessuale, e questo per noi è molto importante perché come società vogliamo combattere ogni discriminazione; non ci interessa quale sia la nazionalità, la religione, l’ orientamento sessuale delle nostre atlete, vogliamo solo che siano rispettose nei confronti di tutti, questo è il messaggio che vogliamo difendere come società, come sostiene il nostro Presidente la prima e più importante regola è il rispetto a 360° “.

Ora la speranza è quella di vedere questa sgargiante divisa indossata durante una partita dalle ragazze dell’ Atletico.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: