Annunci

Di fronte al primo grande ostacolo stagionale, nonostante la sconfitta, la Sampdoria ha dimostrato di esserci e di poter mettere in difficoltà anche gli avversari più ostici, grazie alle qualità tecniche e alla grinta agonistica delle proprie giocatrici.

Partendo dal basso, bisogna fare i complimenti alla grandissima prestazione di Selena Babb, ex della partita, la quale ha tenuto viva fino all’ultimo minuto la Samp, con grandi interventi a respingere le offensive del Milan.

A dare una grande mano all’estremo difensore, il solido e ben posizionato reparto di retroguardia, con Novellino e Giordano impegnatissime sulle fasce, soprattutto dal lato di Bergamaschi per quanto riguarda la ex Pink Bari. Tanta sostanza invece da parte dei due centrali, Pisani e Auvinen, che anche con le maniere forti, sono riuscite a contenere l’attacco avversario. Il goal subito arriverà solo dagli sviluppi di un calcio d’angolo.

A centrocampo Re da concretezza, ma sbaglia qualche passaggio di troppo, mentre Seghir e Fallico provano sempre a guardare avanti in cerca delle attaccanti.

Rincon sulla trequarti si collega perfettamente con Martinez. Entrambe dimostrano una qualità tecnica sopra la media del nostro campionato, impegnando così la difesa rossonera.
Qualche incertezza in più per Tarenzi, la quale poteva fare meglio in alcune occasioni, ma anche lei svolge un ottimo lavoro in avanti per tenere su la squadra.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi