Annunci

C’è purtroppo poco da dire sulla prima gara casalinga delle veronesi, con risultato fotocopia della prima partita di campionato. I primi minuti sono arrembanti, pressing alto alla forsennata ricerca del gol che sblocchi il risultato, ma il tridente leggero Pasini, Anghileri, Nilsson rimbalza contro le centrali emiliane. Nonostante gli sforzi di Ambrosi e De Sanctis di arginare gli attacchi neroverdi soffrono molto la pressione in fase di impostazione, con la palla che spesso sulle fasce viene persa e non riesce a superare la metà campo. Proprio in uno di questi frangenti l’Hellas subisce il primo gol al 27’, con Dubcova e Clelland lasciate troppo sole nei pressi dell’area. Il due a zero arriva dieci minuti dopo sugli sviluppi di un corner, sempre ad opera delle stesse due avversarie. La reazione di Ambrosi è ammirevole, pur non essendo il suo mestiere, è lei che va più vicina al gol sul finale del primo tempo, purtroppo però non accorcia le distanze. Le scaligere sembrano tirare i remi in barca nel secondo tempo, lasciando il pallino del gioco in mano alle avversarie, ma nonostante i 5 cambi, non riescono ad evitare altre due reti, rischiando peraltro un passivo ancora più pesante. Nota lieta Rognoni, che almeno ci prova e dai 30 metri stampa un pallone ad effetto sulla traversa.

A Mr. Pachera non resta altro che fare una pokerface ed andare avanti, studiando le proprie carte in vista del Napoli alla quarta giornata più che contro la Juventus alla prossima. Il centrocampo sembra aver perso molta solidità, cosa che mette spesso in seria difficoltà le centrali; Dahlberg-Nilsson, asse tutto svedese sembra funzionare, perchè non provarlo di più? Rognoni scalpita e questa squadra ha bisogno di più sicurezza in attacco, provarla già dal primo minuto? Questi potrebbero essere alcuni tra i tanti quesiti e pensieri che il Mr. si porrà per il prossimo match, ma dopo 8 gol subiti in 2 giornate, il morale com’è?

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi