Un mercato scoppiettante, un cambio in panchina con però la supervisione dall’alto di Betty Bavagnaoli e la voglia di tornare sotto la Curva Sud dell’Olimpico con un nuovo trofeo.
Questi gli elementi di una Roma vista da molti come la principale avversaria della Juventus per la lotta allo Scudetto.

Sabato alle ore 17:30, in un inedito scenario in onda in chiaro su La7, le giallorosse di Alessandro Spugna sono scese sul manto verde del Castellani contro l’Empoli, per dare inizio alla Serie A Femminile 2021-22 e alle proprie ambizioni.

Purtroppo lo spettacolo non è stato al livello delle aspettative, con le due squadre molto macchinose e lente, in particolare le toscane di Fabio Ulderici.

La Roma però dimostra di essere la favorita della partita, tenendo il pallino del gioco e provando a ferire l’Empoli dalle fasce, dove sono prontamente appostate Serturini e Glionna, senza dimenticare le cavalcate offensive di capitan Bartoli e Soffia.

Sarà proprio la numero 4 a dare un pizzico di imprevidibilità alla Lupa, in particolare con il filtrante da cui arriverà il vantaggio giallorosso… o meglio il caos azzurro.

De Rita nel tentativo di bloccare Serturini fa scivolare il pallone nella propria rete, mentre nella ripresa le sfortunate deviazioni di Mella e Prugna fanno il resto, regalando il successo per 3-0 alla Roma con tre autogoal a favore.

Insomma, non un bell’esordio, ma se si vuole puntare a trasformare il cerchio tricoloro sul petto in uno scudo, l’importante è vincere, vincere e vincere…

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi