Annunci

Le neroverdi sono partite subito col botto raccogliendo i primi tre punti contro la malcapitata Fiorentina di Patrizia Panico. A decidere il risultato proprio una delle grandi ex di giornata, Lana Clelland, che gela le ex compagne appena trenta secondi dopo il momentaneo pareggio 1-1. L’altra grande ex, Daniela Sabatino, troppo isolata, è rimasta a guardare.

Piovani riprende il filo del discorso da dove lo aveva lasciato l’anno precedente, da miglior allenatore della serie A per noi, con una prestazione solida e convincente. Nonostante l’assenza di Haley Bugeja e una Kamila Dubkowa un po’ più sottotono di quanto ci abbia abituati, la tripla C Cambiaghi-Cantore-Clelland, novità assoluta davanti non delude e porta spettacolo da subito agli occhi dei tifosi neroverdi, con tutte e tre le giocatrici che si divertono e sanno far divertire, andando tutte vicino alla gioia personale, realizzata solo da Clelland.

La seconda giornata sulla carta non sembra riservare una gara complicata alle neroverdi, che se la vedranno in trasferta con un Hellas Verona reduce dalla batosta contro il Milan. Attenzione però a non sottovalutare le avversarie ed adagiarsi subito sugli allori, dato che le giuliette sono state in grado di racimolare punti importanti nel girone d’andata lo scorso anno, grazie a una buona solidità in centrocampo ed in difesa, che però alla prima giornata è sembrata persa. Mr Pachera sarà quindi in cerca di riscatto e tenterà di trovare la quadratura della sua nuova squadra, magari puntando sulle due nuove arrivate, Rognoni e Cedeno, che potrebbero mettere alla prova la retroguardia neroverde.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi