Annunci

Nessuna sorpresa dall’esito della seconda giornata, con le ragazze di Mr. Piovani che passeggiano sulle sponde dell’Adige infliggendo un altro poker alle malcapitate venete, restando a punteggio pieno. Cantore ci prova subito e la palla esce di poco, ma è la coppia Clelland-Dubcova a fare faville nel primo tempo: passaggio della numero 10, tiro a giro magnifico della 26, e dieci minuti più tardi, al 37’, bomba di Kamila dal limite dell’area che non entra, ma Lana ci mette la faccia per il 2-0, chiudendo il primo tempo. Assolo neroverde nel secondo tempo, forcing in avanti, occasionissima ancora di Dubcova che però si fa ipnotizzare dal portiere avversario. Il terzo gol arriva da Cantore al 70’, caparbia ad insistere, che scatena tutta la sua rapidità bruciando le avversarie e mettendo a sedere la povera Gritti. Girandola di cambi, ben 5, ma si ha come la sensazione che tutte le subentrate potrebbero partire tranquillamente anche da titolari, un po’ come nella nazionale di Mancini, con una sola grande differenza: le attaccanti restano una garanzia. Il quarto gol lo segna allo scadere Claudia Ferrato, meritatissimo visto l’infortunio che l’ha tenuta lontano dal terreno di gioco per tutta la scorsa stagione.

Una cosa salta subito agli occhi: Clelland, 2 giornate, 3 gol. È l’anno del suo ritorno in grande stile nelle vette delle classifiche marcatrici? Visti i risultati è una scommessa vinta dalla società puntare sulla 28enne scozzese reduce da un po’ di infortuni. Si è inserita benissimo nelle trame di gioco di Mr. Piovani, assieme a Cantore, anche lei neoacquisto. La conosciamo bene come una giovane promessa, sarà l’anno della consacrazione con questa squadra? Complimenti alla società, mercato indovinato.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi