Al Campo Ale&Ricky la Juventus batte di misura la Roma nella semifinale di ritorno grazie alle marcature di Pedersen, Girelli e Gama, ma le giallorosse accedono alla finale in virtù del maggior numero di gol segnati in trasferta (all’andata successo per 2-1 della Roma) e contro il Milan proveranno ad aggiudicarsi il primo trofeo della propria storia. Alle bianconere non è bastata la disperata rimonta nei minuti di recupero.

Juventus 6

Buon primo tempo ma manca cinismo, poi nel secondo cala il ritmo e le avversarie sfruttano bene le palle inattive.

Giuliani 5,5; Hyyrynen 6; Gama 7; Sembrant 6; Boattin 6; Rosucci 6; Pedersen 6,5; Caruso 7 (dal 63′ Maria Alves 6); Cernoia 6,5; Girelli 6; Hurtig 5,5 (dal 83′ Stašková SV)

L’allenatrice

Guarino 5,5

Le bianconere dominano il primo tempo ma nel secondo l’uscita di Caruso stravolge totalmente l’inerzia della sfida.

La migliore

Gama 7

La capitana è la prima a credere nella rimonta e l’ultima a mollare: prestazione notevole per grinta e precisione.

Roma 6,5

Soffre molto nel primo tempo ma Ceasar la tiene a galla, nel secondo sfrutta al massimo tutte le occasioni create.

Ceasar 6,5; Soffia 7 (dal 88′ Eržen SV); Swaby 6,5 (dal 85′ Pettenuzzo SV); Linari 6,5; Bartoli 6; Giugliano 7; Bernauer 7,5; Thomas 6,5; Bonfantini 6 (dal 77′ Banušić 6); Serturini 7; Lázaro 6,5

L’allenatrice

Bavagnoli 7

Il recente cambio di modulo sortisce gli effetti auspicati e le giallorosse conquistano la finale con abnegazione.

La migliore

Bernauer 7,5

Rompe il gioco delle avversarie ed è il metronomo della squadra: copre tutto il campo con lucidità impressionante.

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: