Basta un rigore di Daniela Sabatino e la Fiorentina si prende i quarti di Coppa Italia, espugnando di misura il “Fersini” di Formello ai danni di una Lazio ancora alle prese con i più disparati problemi all’interno della rosa, ma comunque protagonista di una buona gara.

La partita

Lazio che si presenta in campo con un 4-3-3 segnato dall’assenza del proprio bomber Adriana Martin (per lei rescissione contrattuale e ritorno in Spagna dettato da motivi familiari) e qualche defezione di troppo in panchina a seguito di alcuni casi Covid registrati nelle ultime ore. Risponde la Fiorentina con un 3-5-2 che vede nella coppia Lundin-Sabatino il proprio terminale offensivo.

Primo tempo

Prima occasione di marca toscana, con Vigilucci che non sfrutta a dovere il cross dalla destra di Monnecchi (8’). La risposta della Lazio, però, non si fa attendere: al 13’ traversone di Heroum che trova Visentin in area, la quale si presenta da sola davanti a Tasselli ma spreca malamente calciando a lato; 3’ più tardi è invece Chukwundi, su invito di Visentin, a non inquadrare la porta, prima di una nuova occasione sciupata dalla numero 99 biancoceleste al minuto 19.

Al 27’ Ohrstrom salva su Sabatino, sul successivo corner è Kravets a rendersi pericolosa di testa ma Pittaccio salva in acrobazia sulla linea di porta, mentre al 29’ ci prova Vigilucci che manca di non molto il bersaglio grosso dalla distanza.  A chiudere la prima frazione di gioco una conclusione di Cuschieri centrale su Tasselli ed una rete annullata per fuorigioco a Sabatino nel finale.

Secondo tempo

Attaccante ex Brescia ancora pericolosa in avvio di ripresa, ma Ohrstrom controlla (49’). Col passare dei minuti la pressione delle viola cresce gradualmente, ma è ancora la Lazio a farsi vedere maggiormente in zona goal con Chukwundi (64’), sulla quale si fa trovare pronta Tasselli, e Labate che cerca gloria con un pallonetto dalla distanza che sfiora il palo (65’).

 Al 72’ guizzo di Visentin, ma ancora una volta la sua conclusione non è precisa, mentre al 78’ arriva la svolta del match: Pittaccio atterra Vigilucci in area, l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri va Sabatino, che non lascia scampo a Ohrstrom e porta in vantaggio la Fiorentina. Nei minuti finali un’occasione per parte, la prima di marca viola con Martinovic che all’87’ sfiora il raddoppio, e l’altra sul fronte laziale con una gran conclusione di Savini (90’).

Giunge così, dopo 4’ di recupero, il fischio finale del direttore di gara, che congela il successo in favore delle toscane e le qualifica come prime del girone, a punteggio pieno pur senza brillare, ai quarti di finale. Saluta invece la competizione la Lazio.

LAZIO WOMEN – FIORENTINA 0-1

MARCATRICI: 79’ rig- Sabatino (F)

LAZIO WOMEN (4-3-3): Ohrstrom; Pittaccio, Foerdos, Falloni, Heroum; Di Giammarino (86’ Mattei), Castiello, Cuschieri; Labate (80’ Savini), Chukwudi (80’ Zuzzi), Visentin.

A disp.: Natalucci, Guidi, M. Berarducci, Cesarini, Iafrata.

All: M. Catini.

FIORENTINA (3-5-2): Tasselli; Vitale, Tortelli, Kravets; Monnecchi (84’ Baldi), Neto (55’ Catena), Breitner, Zazzera (70’ Mascarello), Vigilucci; Sabatino (84’ Martinovic), Lundin.

A disp.: Schroffenegger, Forcinella, Huchet, Pirriatore, Ceci.

All.: P. Panico.

ARBITRO: Domenico Castellone (Napoli).

COLLABORATORI: Antonio Caputo (Benevento), Tommaso Tagliaferro (Caserta).

NOTE: ammonite Tortelli (F), Castiello (L); recupero 0 pt e 4’ st.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: