Allo Stadio Comunale Vito Simone Veneziani di Monopoli, in una tarda mattinata nuvolosa, si tiene la terza, ed ultima, sfida valida per il girone E di Coppa Italia, determinante per stabilire chi tra la Pink Bari, reduce dal successo per 2-3 in trasferta contro la Roma CF nella prima giornata, e la Juventus, che si trova in testa alla classifica con le pugliesi, accederà ai quarti di finale. 

La Juventus spinge molto sull’acceleratore nei primi minuti di gioco e trova il vantaggio al 17′: Zamanian effettua un passaggio verso Bonfantini che riceve palla al limite dell’area, si accentra portandosi dietro tre giocatrici avversarie e fulmina Shore con un sinistro potente e preciso sul primo palo che va ad infilarsi quasi all’incrocio. Al 20′ Salvai si accascia a terra dopo un duro scontro di gioco con Strisciuglio per una brutta distorsione al ginocchio destro ed è costretta ad uscire anzitempo dal campo. Al 35′ Boattin mette un cross in mezzo all’area, le pugliesi si difendono come possono e Pfattner recupera bene la sfera concludendo subito verso il secondo palo, ma la sua conclusione è deviata da un’avversaria e Shore sventa il gol con un riflesso basso prodigioso sul primo palo. Al 47′ del primo tempo le bianconere raddoppiano: Nildén riceve palla circa sui venticinque metri, si porta verso il centro e scarica un sinistro a giro sul secondo palo che va ad infilarsi esattamente nel sette non lasciando alcuno scampo a Shore.

La Juventus inizia il secondo tempo da dove aveva finito il primo e triplica al 50‘: Bonfantini prende palla sulla sinistra e serve bene con la punta destra Caruso in mezzo all’area la quale conclude di prima intenzione con un sinistro centrale sotto la traversa che beffa Shore, la quale tocca la palla con la mano destra non riuscendo però a deviarla efficacemente in calcio d’angolo. Al 69′ la Pink Bari trova il gol: calcio d’angolo battuto sul primo palo dove Fedotova sfugge alla marcatura di Stašková e colpisce di testa verso il secondo palo con una torsione potente che Lenzini tenta di contenere sulla linea, ma il pallone finisce in rete alle spalle di Aprile, totalmente incolpevole in questa circostanza. Le bianconere reagiscono con veemenza e trovano il poker al 73′: Nildén parte in velocità sulla sinistra, va sul fondo del campo ed effettua un traversone preciso verso l’area avversaria in cui Bonfantini, lasciata totalmente sola al limite dell’area piccola, insacca alle spalle di Shore con un comodo tap-in di piatto sinistro

Pink Bari – Juventus 1-4

Marcatrici: 17′ e 73′ Bonfantini; 45’+2 Nildén; 50′ Caruso; 69′ Fedotova

Pink Bari (4-3-1-2): Shore; Maffei; Di Bari; Di Criscio; Riboldi; Strisciuglio (74′ Nefrou); Bonacini; Sudyk (90’+4 Labianca); Laface (64′ Fedotova); Spyridonidou; Gelmetti

A disposizione: Larenza; Franchetto; Fiore; Errico

Allenatrice: Mitola

Juventus (4-3-3): Aprile; Hyyrynen; Salvai (24′ Pfattner); Lenzini; Boattin (78′ Arcangeli); Rosucci (68′ Giai); Zamanian; Caruso (67′ Beccari); Bonfantini; Stašková; Nildén

A disposizione: Soggiu; Lundorf; Pedersen; Bonansea

Allenatore: Montemurro

Ammonizioni: /

Espulsioni: /

Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Arbitro: Manzo (sezione di Torre Annunziata)

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: