La Serie A Femminile, tra mille difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19, è riuscita a partire ed è arrivata alla pausa invernale senza gare da recuperare e 10 giornate su 22 già disputate.
Cartellino Rosa approfitta di questo periodo di stop per tirare un po’ le somme, analizzando la prima metà di stagione delle varie squadre protagoniste che solcano i palcoscenici del massimo campionato femminile italiano.

PINK BARI voto 4.5

Posizione in classifica: 11° posto
Obiettivo: Salvezza

Vittorie: 1
Pareggi: 0
Sconfitte: 9
Goal Fatti: 6

Goal Subiti: 26

Serie A

Le pugliesi, come ogni anno, partono con l’obiettivo salvezza ben fisso in testa.
Nella stagione 2018-19 il club viene ripescato in Serie A, dopo la retrocessione sul campo; mentre lo scorso anno si salva a danni del Tavagnacco di un solo punto e grazie al famoso algoritmo che ha dettato le sentenze del campionato.

Con un Napoli Femminile neopromosso e agguerrito; un Verona ed un Empoli con tante giocatrici giovani e di prospettiva; e un San Marino pronto a lottare ad ogni partita, non si sono nutrite fin da subito grandi speranze per le biancorosse, le quali però hanno subito dato un forte segnale battendo il Napoli alla prima giornata e mettendo a segno qualche buona prestazione in partite complicatissime con Milan e Roma nonostante le sconfitte.

Da lì in poi vuoto totale. Nove sconfitte consecutive. L’ultima nello scontro diretto con il San Marino, dopo essersi portati in vantaggio per due volte. Peggior difesa (26 goal subiti) e peggior attacco del campionato (6 reti realizzate come il Napoli).

La squadra non sembra avere idee di gioco. Spesso ci sono evidenti mancanze tecniche, le quali non vengono compensate da una buona gestione tattica, con i match lasciati in mano al talento di alcune singole che cercano di emergere nonostante i pessimi risultati (vedi Silvioni per esempio).

L’obiettivo salvezza sembra ormai davvero impossibile. Complice anche l’ottima stagione del Verona, già a 10 punti in classifica. Anche il San Marino macina risultati, trovandosi già a +5 dalle pugliesi. Solo il Napoli sta facendo peggio (1 punto raccolto), ma come ben sappiamo a scendere giù sono due squadre…

Coppa Italia

Partite senza troppa importanza per la Pink quelle di coppa, sopratutto se si finisce nel girone con la Juventus, favorita a vincere la competizione. Un pareggio con il Pomigliano e una sconfitta con le bianconere eliminano la squadra pugliese.

La Panchina

Subentrata la scorsa stagione a Domenico Caricola, Cristina Mitola può vantare ormai solo del pari conquistato a Milano contro l’Inter, decisivo poi per la salvezza.
Quest’anno non riesce a dare un’identità alla squadra, la quale esprime un gioco troppo duro nei confronti delle avversarie, per compensare una mancanza tecnico-tattica evidente.
L’esonero sembra la scelta migliore, magari per dare una sveglia alla rosa; ma l’impressione è che ormai si voglia lasciar scorrere via l’annata, magari facendo fare esperienza a qualche giovane, per poi ripartire il prossimo anno dalla cadetteria.

Calciomercato

Ludovica Silvioni ed Elisa Carravetta si sono rivelati due ottimi acquisti, utili alla squadra.
Era partita bene anche Gabriela Matouskova, ma un infortunio alla caviglia l’ha fermata per un certo periodo ed ora non sta incidendo.
Grande delusione per Danielle Lea, troppo dannosa in fase difensiva.
Insomma, un mercato insufficiente per quello che poi si è visto in campo, con le eccezzioni delle giovani Silvioni e Carravetta arrivate in prestito rispettivamente da Juventus e Inter.
Adesso è da poco arrivata Chelsea Weston, in una situazione però ormai critica.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: