Non ci si gioca solo la posizione in classifica, ci si gioca qualcosa di più.

Le azzurre e le viola sono separate da soli tre punti, ma le ragazze di Spugna non si vogliono porre limiti quest’anno e per questo sarà fondamentale consolidare il quarto posto.

Cincotta invece in campionato è alla ricerca di ritrovare la stabilità e la grandezza che ha sempre contraddistinto le gigliate.

È la storia contro la novità, l’esperienza contro la gioventù, la tenacia contro il riscatto.

Al Monteboro non và in scena una semplice partita, è un derby con la D maiuscola, che mostrerà chi è la prima squadra in Toscana oggi, e questo l’Empoli lo sa, avendo clamorosamente fallito il primo tentativo campanilistico contro la Florentia.

La società ha deciso che proprio in questa occasione la squadra giocherà indossando una muta celebrativa per i 100 anni dalla fondazione del club, quasi a voler sottolineare il prestigio e l’importanza della partita.

Queste le parole di Spugna : “Siamo orgogliosi di scendere in campo con la maglia del centenario della società. Ed è bellissimo poter indossare questa maglia in occasione di una partita così importante. Le ragazze avranno una motivazione in più: quella di onorare 100 anni di storia di un club così prestigioso. Sarà sicuramente una forte emozione, che ci dovrà spingere a giocare un grande derby.”

Mentre l’Empoli arriva da una buona vittoria contro l’Hellas, la Fiorentina arriva da una partita di Champions contro lo Slavia Praga giocata appena giovedì scorso, con il ritorno mercoledì in trasferta dove si giocheranno il tutto per tutto per il passaggio del turno. È molto probabile che le gigliate siano provate sia fisicamente che mentalmente e debbano fare un po’ di turn over. Non per questo sono da sottovalutare, una fiammata di Bonetti, inserita anche a partita in corso può cambiare le sorti della gara. Entrambe le squadre hanno segnato ben 10 reti da palla inattiva, solo la Juventus ha fatto meglio con 14. La Fiorentina finora ha incassato 5 reti nella prima mezz’ora di gioco (peggio solo la Pink Bari con 7), sarà quindi fondamentale l’approccio ad inizio gara per le azzurre, che detengono il primato per numero di giocatrici con almeno un gol ed un assist (7) in questa stagione. Molto curiosa anche sfida tra le due centravanti: da una parte la freschezza di Polli a quota 6 gol alla prima stagione in A, dall’altra l’esperienza di Daniela Sabatino, con già 8 gol segnati in 9 giornate. Saranno loro a deciderla?

Fonte foto: OA Sport

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: