Match ricco di goal e occasioni da entrambi i lati, che premia la pazienza e perseveranza viola, nonostante le maggiori occasioni neroazzurre.

La gara entra subito nel vivo, a pochi secondi dal fischio di inizio grazie a Marinelli, autrice del suo sesto goal in campionato: la difesa viola non può nulla sul filtrante perfetto lungo la fascia ad opera di Pandini, che rimette l’attaccante in area completamente da sola. La numero 7 deve solo prendere bene la mira e piazzare il tiro sul secondo palo. 1 Inter, 0 Fiorentina.

La Viola però reagisce bene, prende le misure e va vicinissima al goal al minuto 5’ con un’azione individuale ad opera di Baldi degna di nota: gran dribbling con cui si fa beffa di due giocatrici nell’area avversaria e potente tiro a giro dalla lunga distanza. Una strepitosa Marchitelli nega il pareggio alle avversarie e l’eurogol a Baldi, grande protagonista per tutto il corso del match.

È sempre l’Inter nel corso dei minuti successivi a spingere per il chiudere la gara, trovandosi davanti una Fiorentina che, nel primo tempo, brilla più nei reparti difensivi piuttosto che in quelli offensivi, con una super Schroffenegger che salva la sua porta in più occasioni.

Al 25’ minuto finalmente la Viola riapre la gara trovando il goal del capitano, Adami, che riceve palla, controlla bene e ritrova il pareggio grazie ad un tiro insidioso che finisce in rete per un errore di Marchitelli, che in difficoltà allunga la palla in goal dietro le sue spalle. Errore che costerà caro alla sua squadra.

Una manciata di minuti più tardi, ancora una clamorosa azione goal delle neroazzurre che non riescono però a concretizzare: Simonetti allunga la palla in area per Tarenzi, che si ritrova a pochi metri dalla porta e tira in diagonale sul secondo palo. Ci arriva ancora Schroggenegger, pronta anche in questa occasione. Sul pallone piomba di nuovo Marinelli, sempre in agguato, che risponde con un tiro di sola potenza, alto sopra la traversa.

Un minuto dopo, al 33’ è di nuovo la Viola a rendersi pericolosa, Baldi al limite dell’area avversaria, appoggia dietro a Zanoli che mette in mezzo: cross che poi si trasforma in tiro ad effetto, di rara potenza che sfiora di pochissimo il palo alla sinistra di Marchitelli.

Gli ultimi dieci minuti del primo tempo vedono come protagonista l’Inter, più offensiva della Fiorentina e alla caccia del goal, ma senza mai trovarlo, anche per merito di un portiere, oggi, in grandissima forma.

Secondo tempo che comincia più sottotono rispetto al primo tempo e senza evidenziare, nei primi minuti grandi occasioni da goal. Il gioco comincia ad avere ritmi più alti solo intorno al minuto 60’, quando finalmente Sabatino comincia a emergere tra le undici viola. Baldi ci prova ancora con un tiro dalla distanza, ma trova pronta la risposta di Marchitelli, che devia proprio sul piede di Sabatino, non prontissima sulla respinta: in ogni caso, tutto fermo per il fuorigioco della numero 9. Un paio di minuti più tardi, sempre lei, riesce a procurarsi un calcio di rigore per un intervento falloso di Sousa in area: specialista nei calci piazzati, spiazza Marchitelli per il goal del vantaggio, con la palla che si insacca nell’angolino sinistro della porta. 2 a 1 per la Fiorentina.

Lo svantaggio provoca la reazione dell’Inter che non smette di crederci e continua a spingere finchè non riesce a ritrovare il pareggio al minuto 73’, grazie al goal di Tarenzi, che corona la buona prestazione con il goal del 2 a 2: Bartoňová poggia su Marinelli, che di spalle alla porta e sotto la pressione delle avversarie, riesce a passare in acrobazia la palla a Tarenzi, che si ritrova da sola davanti al portiere. Un assist da manuale per una rete davvero meritata.

A poco però serve la reazione della schiera neroazzurra, perché è proprio la Viola a chiudere definitivamente i conti con un super goal di Middag, valido per il 3 a 2.

84’: di nuovo Sabatino, molto più in partita nel secondo tempo, riceve in area spalle alla porta, protegge bene dal pressing avversario e poggia sulla corsa per l’olandese, che spedisce la palla dove Marchitelli non può arrivare: traversa goal per la Fiorentina.

Negli ultimi minuti è sempre l’Inter che insiste e ci prova fino all’ultimo, trovando contrapposta una super difesa viola, mai sottotono e priva di cali di concentrazione, oltre che una grande Schroffenegger in gran forma e che, nonostante le due reti subite, si è fatta autrice di una grande prestazione.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: