Sabato 22 gennaio alle 14.30, presso gli impianti sportivi di Vinovo, è andato in scena il big match di Serie A femminile tra Juventus e Fiorentina.

Le padrone di casa arrivano al match fortemente rimaneggiate, fuori Peyraud-Magnin, Boattin, Girelli; le ospiti invece schierano dal primo minuto le neoarrivate Giacinti e Boquete, quest’ultima già titolare la scorsa giornata con il Sassuolo.

Le due squadre si sono affrontate 9 volte in Serie A, le bianconere contano 7 vittorie, una sconfitta e un pareggio contro la squadra viola; pareggio arrivato proprio sabato.

L’ultima squadra che era riuscita a fermare la corazzata bianconera, in campionato, era stata la Florentia San Gimignano nell’ormai lontanissimo febbraio 2020.

La Juventus è la bestia nera della Fiorentina, infatti, dall’esordio delle bianconere in Seria A (2017/18), è la squadra contro cui le viola contano il maggior numero di sconfitte.

Per la prima volta, nel match di sabato, la Fiorentina è riuscita a segnare in casa della Vecchia Signora; infatti, nei 4 scontri precedenti giocati a Torino le toscane erano sempre rimaste a secco.

Il pareggio delle ragazze guidate da Panico in casa della capolista è una buona reazione dopo la pesante sconfitta subita a Firenze contro il Sassuolo.

I numeri del match

Quella di Vinovo è stata una partita tutt’altro che banale; le padrone di casa hanno il pallino del gioco per la maggior parte del tempo; infatti, come mostra il grafico a fianco le bianconere hanno registrato un possesso nettamente superiore a quello della squadra viola (Juventus 62%, Fiorentina 38%), ma le ospiti sono state bravissime a concretizzare le occasioni create e a sfruttare le disattenzioni del reparto difensivo bianconero. Il primo gol viola nasce da un brutto errore in disimpegno di Aprile durante un possesso palla della padrone di casa.

E’ stata una partita corretta, ma nessuna delle ragazze in campo ha mai tirato indietro la gamba, come mostrato dai dati riportati nel grafico relativo ai duelli si registra un equilibrio pressoché perfetto per quanto riguarda i duelli vinti da Juventus e Fiorentina, sintomo di un elevato tasso di agonismo.

Numeri bianco-neri

La Juventus interrompe la striscia di 36 successi consecutivi in campionato, pareggiando contro una Fiorentina alla ricerca del riscatto.

Le tante assenze, di cui 3 all’ultimo minuto, hanno creato diversi problemi a Montemurro che, nonostante la rosa di altissimo livello, ha dovuto schierare una formazione abbastanza rimaneggiata.

Analizzando i dati relativi ai tocchi e ai passaggi delle ragazze di Montemurro il reparto più coinvolto nel gioco è quello difensivo, sintomo di una frequente costruzione dal basso delle azioni; il numero medio di tocchi effettuati dalle bianconere è 65, oltre ai difensori registrano tocchi superiori alla media anche le centrocampiste Rosucci e Caruso. La bianconera che ha effettuato un maggior numero di passaggi verso le compagne è il Capitano Sara Gama, seguita dalla compagna di reparto Lenzini e da Rosucci rispettivamente con 96, 85 e 66 passaggi.

Le bianconere hanno riportato una precisione di passaggio media pari a 81,15%, la giocatrice che risulta più precisa nei disimpegni verso le compagne è l’attaccante Staskova che ha registrato un indice persone pari a 91.30% con 21 passaggi riusciti su 23, molto elevato anche l’indice personale di Lenzini (90.60%) che è riuscita a servire le compagne 77 volte su 85. Le uniche due juventine che hanno registrato indici inferiori al valore medio sono Bonansea e Bonfantini rispettivamente con 77.40% e 50%.

I Numeri viola

Le ragazze di Panico erano alla ricerca di punti preziosi per rimanere distanti dalla zona retrocessione, era importante anche una prestazione di livello dopo la pesante sconfitta subita in casa lo scorso fine settimana.

E’ stata sicuramente una settimana importante per le viola, i nuovi arrivi si stanno integrando nel gruppo e nel gioco richiesto da Panico. La prestazione delle toscane in casa della capolista è da considerarsi senza dubbio positiva, tornano a Firenze con un punto importante per la classifica e con una prestazione che fa morale.

Dall’analisi dei dati relativi alla squadra viola non risulta esserci una forte discrepanza tra i reparti; infatti, il valore medio dei tocchi del reparto difensivo risulta pari a 47, quello del centro campo è pari a 49.25 e quello relativo al reparto offensivo risulta pari a 42. Questi dati ci fanno pensare ad un gioco armonico e ad un forte coinvolgimento di tutte le ragazze in campo.

Per il conteggio dei valori medi sono stati considerati soltanto i dati relativi alle titolari in quanto tutte le sostituzioni, ad eccezione di quella di Aronsson per Cafferata, sono avvenute oltre il 75’.

La precisione media dei passaggi delle viola è pari a 69.62%, la giocatrice che è stata più recisa nei disimpegni è Kravets che riporta un indice di precisione pari a 88.90% con 24 passaggi riusciti su 27. La meno precisa invece è stata Catena con 1 passaggio riuscito su 2 ed un indice pari al 50%.

Statistiche di tiro

Risultano essere abbastanza in equilibrio anche le statistiche relative alle conclusioni delle due squadre. La Juventus ha registrato due tiri in più rispetto alla Fiorentina, tiri avvenuti all’interno dell’area di rigore in quanto i tiri da fuori risultano essere 8 per entrambe le squadre.

Concludendo quindi è stato un match equilibrato deciso dagli episodi, come spesso accade nel calcio.

Le due squadre si spartiscono quindi la posta in palio, rimane aperta la lotta per la qualificazione in Champions e per la salvezza. Il tempo darà i suoi verdetti.

Lucrezia De Risi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: