foto di Andrea Nicodemo

Tenacia, capacità di soffrire e buona organizzazione in copertura. Questi gli ingredienti del primo Porto targato Maggio, subito premiato dai tre punti. Non male, dopo soli due allenamenti diretti (giovedì e venerdì scorsi). Soprattutto, una prestazione subito di compattezza, da squadra, come piacciono a lui: “Ho cercato di dare una mano dove potevo – spiega Maggio -. Dopo un ottimo primo tempo, nel secondo abbiamo sofferto. I tre punti sono fondamentali per la classifica e per lavorare con più entusiasmo in settimana. Le ragazze hanno messo testa cuore e gambe, la vittoria è tutta loro.

Vittoria pesante come il dollaro, considerando il doppio turno in casa: domenica prossima al “Mecchia” arriverà l’Oristano, altra partita che permette spazi di lettura, come contro il Bologna: “Adesso abbiamo l’Oristano, ma per me sono tutte finali, stavolta avrò settimana piena per lavorare con più entusiasmo”

Rispondi