Annunci

EMPOLI LADIES – LAZIO WOMEN   2-0

Marcatrici: 35’ Oliviero (E), 87’ rig. Prugna (E)

EMPOLI (4-3-3): Cappelletti; Oliviero, Mella, Knol, De Rita; Cinotti (88’ Tamborini), Bardin, Prugna; Bragonzi (88’ Nichele), Domping (79’ Nocchi), Bellucci (70’ Silvioni).

A disposizione: Ciccioli, Monterubbiano, Binazzi, Nicolini, Puntoni.

Allenatore: Fabio Ulderici

LAZIO (4-2-3-1): Natalucci; Heroum, Falloni, Savini, Labate; Castiello (82’ Mattei), Di Giammarino (46’ Mastrantonio); Pittaccio, Martin (54’ Pezzotti), Cuschieri (42’ Zuzzi); Visentin.

A disposizione: Guidi, Foerdos, Santoro, Berarducci, Foletta.

Allenatore: Massimiliano Catini

Arbitro: Fabio Pirrotta (Barcellona Pozzo di Gotto)

Collaboratori: Nadir Bertozzi (Cesena), Nicola Morea (Molfetta)

Quarto ufficiale: Francesco Aloise (Lodi)

Note: ammonite Knol (E), Di Giammarino (L) De Rita (E) Falloni (L); recupero 2’ pt e 4’ st.

Un goal per tempo e l’Empoli mette in archivio il secondo successo interno consecutivo, compiendo così un importantissimo balzo avanti in chiave salvezza. Il tutto ai danni di una Lazio decimata dalle assenze, che vede piovere ulteriormente sul bagnato a seguito del 7° ko di fila.

Primo tempo

Empoli in campo col tridente Bellucci-Bragonzi-Dompig, con tanto di maglie con numeri rigorosamente rosa nella giornata dedicata alla prevenzione del tumore al seno, mentre la Lazio si affida invece ad un 4-2-3-1 sperimentale, dettato dalle assenze di Ohrstrom e Gambarotta, dagli addii di Andersen e Thomsen, nonché dagli acciacchi di Foerdos e Cuschieri.

Dopo un paio di brividi in avvio di gara, dovuti ad un’incertezza su rinvio di Natalucci e ad una conclusione di poco fuori misura di Prugna, la Lazio si fa vedere al 12’: punizione di Martin, Heroum anticipa Knol di testa e centra la traversa.

L’Empoli reagisce e, dopo le proteste per un atterramento in area di Bragonzi da parte di Savini ed un salvataggio di Natalucci sulla stessa Bragonzi dalla distanza, al 21’ è Cinotti a graziare le biancocelesti, calciando alto da ottima posizione. Il vantaggio però è nell’aria e giunge puntuale al 35’: cross dalla destra di Oliviero sul portiere, Natalucci non proprio impeccabile ed il pallone si infila in fondo al sacco per l’1-0 delle toscane.   

Secondo tempo

Padrone di casa che partono bene anche nella ripresa, ma gli ottimi traversoni in avvio di Cinotti e Oliviero non trovano particolare fortuna. Passano i minuti senza grandi occasioni, l’Empoli amministra il vantaggio e la Lazio prova timidamente a venir fuori, ma senza grandi risultati.

Al 72’ Visentin chiede il rigore per un atterramento in area, ma l’arbitro non è d’accordo. Al minuto 77 invece è di nuovo occasione per le toscane: punizione di Mella dalla distanza, Natalucci è sulla traiettoria ma la palla colpisce la traversa.

Al minuto 86 sale in cattedra la nuova entrata Nocchi, incursione in area e Falloni la butta giù: è rigore. Dagli undici metri va Prugna che la piazza all’angolino alto lasciando immobile Natalucci. E’ il 2-0 che taglia definitivamente le gambe alla Lazio e chiude il match.  

Rispondi Annulla risposta

Exit mobile version