foto di Shaqa Gashi

Che il Trento battesse in casa il Portogruaro era prospettabile, meno il risultato. L’1-0 finale (nell’ultima gara del 2021) non ricalca tanto le due classifiche delle sfidanti, ma trova conferme nei 90′ del “Mattarello”. Non è stata la miglior versione delle trentine di mister Spagnolli, che hanno fatto registrare più occasioni, ma non hanno chiuso la partita nonostante un inizio di ripresa aggressivo. È bastata la rete di A. Tononi alla mezz’ora del primo tempo, nonostante un Porto – seppur a volte sofferente contro il folto centrocampo trentino – sempre in partita. Le granata, arrivate a Trento prive anche di Battaiotto, non avrebbero demeritato in caso di pari. Un finale coraggioso ma povero di chances non è bastato.

Equilibrio e zampata

Porto con qualche variazione tattica: Furlanis davanti, Gallo in corsia d’attacco, Scudeler scala al centro della difesa. Prima mezz’ora che corre via senza note sui taccuini, la prima è la fiammata del vantaggio: al 33′ A. Tononi sfrutta di piatto un cross dalla sinistra e in diagonale insacca di precisione. 5′ dopo Rosa in percussione viene chiusa ai 5 metri da Comacchio di piede. Al 44′ la miglior occasione granata della partita: lungo lancio di Finotto, Valzlogher superata dalla traiettoria ma Furlanis non trova la coordinazione a porta vuota.

Ripresa interessante ma senza gol

Prevalenza trentina a inizio ripresa: 3′ e Erlicher mette alto da destra su suggerimento di Ruaben dalla fascia opposta. All’8′ Rosa cerca un mezzo pallonetto dal limite dell’area, Comacchio inizialmente fuori porta recupera i propri passi e sventa con la punta delle dita. Al 10′ tiro di Fuganti dai 30 m alto di pochi centimetri. Al 12′ tiro di Rosa da posizione centrale dal limite di poco alto. La stessa numero 10 si ripresenta in area al 15′, incuneandosi in area da destra al termine di un’azione personale, brava Comacchio a difendere il primo palo. Al 25′ si fa vedere anche il Porto, con lo spunto di Furlanis che entra in area, forte il tiro ma attenta Valzolgher. Comacchio deve opporsi al 26′ su un assolo di Erlicher, che 60” dopo mette alto su una respinta corta della numero 1 portogruarese. Dalla panchina mister Spagnolli immette esperienza, Maggio cerca freschezza a centrocampo. Nell’ultimo quarto d’ora il Porto cerca il pareggio ma non riesce a essere pericoloso in avanti e il Trento porta a casa i tre punti.

Reti:

33′ pt A. Tononi

Portogruaro

Comacchio, Minutello, Matiz (31′ st Sovran A.), Spollero, Scudeler, Gava C., Furlanis, Zamberlan (18′ st Molinaro), Gallo (31′ st Gashi), Chies, Finotto (17′ st Gava V.). Allenatore: Maggio. A disposizione: Piovesan, Durigon, Roveretto, Piemonte, Bigaran

Trento

Valzolgher, Bertamini, Tonelli L., Tononi (31′ st Chemotti), Lenzi (37′ Lucin), Fuganti, Tonelli A., Ruaben, Erlicher (49′ st Settecasi), Rosa (20′ st Torresani), Antolini (25′ st Varrone). Allenatore: Spagnolli. A disposizione: Cultrera, Giovannini, Parisi.

Ammonizioni

No

ARBITRO: A. Pizzi ASSISTENTI: L. Parisi, S. Villan

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: