Gara difficile da interpretare alla vigilia, tra due squadre che si somigliano. Il richiamo dei rispettivi obiettivi (per il Porto la salvezza diretta, per le marchigiane evitare la retrocessione) a sei giornate dalla fine rende sfide del genere sfuggenti a qualsiasi pronostico. Per di più, visto l’equilibrio nei valori, le sfumature all’interno dei 90′ possono pesare più del solito. La Vis, è vero, porta come biglietto da visita quattro vittorie consecutive, tutte contro concorrenti dirette, segno, al di là dei numeri, di una compattezza ritrovata. Il Porto però fa ormai del gioco a viso aperto un modus operandi, anche contro le più forti. Calcio d’inizio alle 15.30 al Comunale di Civitanova Alta, arbitrerà Colella di Rimini.

Portogruaro

Dopo essersi misurato con due delle squadre più forti del campionato, il Porto ha la possibilità di allontanare la zona playout. Partenza in direzione Marche già oggi, attorno all’ora di pranzo.

Vis Civitanova

La Vis da qui in poi avrà un calendario poco favorevole: Trento e Vicenza negli ultimi 180′ della stagione, oltre al Riccione alla quart’ultima. Quella contro le granata potrebbe essere l’ultima sfida alla portata del campionato vissino, perciò Mister Pierdomenico, che dovrà far a meno della squalificata De Luca, ha gran bisogno dei tre punti in palio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: