Doppio obiettivo per il Trento: rispondere al Vicenza, che nell’anticipo di oggi ha strapazzato l’Atletico Oristano, riprendendosi la vetta momentanea della classifica e arrivare, tra una settimana, allo scontro in casa contro il Lanerossi appaiato al primo posto. Il Porto affronta la penultima big del suo campionato: dopo, Venezia Fc a parte, saranno tutti match-point salvezza. Calcio d’inizio alle 15.30 al “Pier Giovanni Mecchia”, arbitrerà Dania di Milano.

Trento

Reduce da nove vittorie nelle ultime dieci partite. 59 gol segnati, contro gli 83 del Vicenza, eppure fino a stamattina le ragazze di mister Spagnolli avevano raccolto lo stesso numero di vittorie delle rivali per la corsa alla B. Il dato rispecchia l’essenzialità, caratteristica della formazione trentina, frutto della compattezza in fase difensiva e del killer instinct di Rosa, Poli e A. Tonelli in attacco. Una squadra non straripante, perché grazie alle proprie individualità ha un fiuto naturale per i momenti chiave delle partite.

Portogruaro

Il Porto si confronta con una corazzata, ma è padrone del proprio destino. Contro la Vis Civitanova l’approccio della squadra ha fatto la differenza, stavolta però, per portare a casa punti, servirà un livello di concentrazione che rasenta l’ipnosi per 90′, contro una formazione che può colpire in qualsiasi momento. Le granata hanno già dimostrato di saper giocare alla pari contro squadre di altissima classifica, ma non hanno mai raccolto punti contro le prime quattro. Nella giornata in cui il Bologna ospita il Venezia Fc, potrebbero regalarsi uno dei risultati più prestigiosi della storia del settore femminile.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: