Tra Riccione e Portogruaro ci sono undici punti di differenza: le romagnole nelle prime otto giornate hanno già raccolto scalpi pregiati come quelli di Venezia VFC e Jesina, ma in difesa hanno sempre concesso almeno un gol. Diverse le assenze per entrambe le formazioni, con il Portogruaro, reduce da due sconfitte contro Vicenza e Brixen Obi, che comincia ad aver bisogno di punti per rimanere in zona salvezza. Il Riccione spesso va in gol nel primo tempo, dunque già all’intervallo sarà possibile trarre valutazioni sull’andamento della gara. Fischio d’inizio all'”Italo Nicoletti” domani alle 14.30.

Portogruaro

In casa granata è arrivata la notizia delle convocazioni di Furlanis e C. Gava: si aggregheranno alla rappresentativa regionale U23 martedì 21 dicembre a Marcon, per un allenamento agli ordini del c.t. Semenzato. In vista di domani tornano disponibili Scudeler, Volpatti e Spinelli, mentre Finotto, ancora debilitata, è in dubbio. Sicure invece le assenze di Battaiotto e Chiarot. Ancora out le lungodegenti Feletti, Molinaro e A. Sovran. La squadra partirà domani mattina da Portogruaro attorno alle 8, per poi pranzare nei pressi dell’impianto romagnolo.

Riccione

Mister Bragantini si gode la quarta marcatrice del girone (Colombo, classe 2003, con 8 centri), ma dovrà fare a meno di diverse infortunate: oltre a Ventura, a Magnani, a Barocci e alla capitana Perone, è in forte dubbio anche Semprini. La buona notizia è che dovrebbe essere recuperata, almeno per la panchina, Frison. Anche dopo il grande inizio in campionato, la società riccionese fa sapere che l’obiettivo primario rimane il mantenimento della categoria, almeno per il momento.

Rispondi