Annunci

Portogruaro-Venezia è da sempre il derby nobile per chi veste granata. Le arancioneroverdi erano strafavorite all’inizio della stagione, ma incomprensioni interne ne hanno rallentato il percorso, ancorché la strada verso la promozione sembrasse in discesa. Tuttavia, il Venezia arriverà in riva al Lemene per la posta piena, per ragioni di orgoglio e più concretamente di classifica (non è ancora fuori dai giochi promozione). Pronostico però non scontato: la vittoria della Jesina sulle lagunari lo dimostra. Il Porto, per di più, sa recitare bene il ruolo da sfavorito. Attenzione al caldo, domani prevista una temperatura killer attorno ai 35 gradi. Inizio alle 15.30, arbitrerà un bergamasco: Hamza Riahi da Lovere.

Venezia FC

Una stagione finora al di sotto delle previsioni, ma la classifica non deve ingannare: l’aritmetica non ha ancora condannato il Venezia FC, che da qui in poi non può che vincere e domani verrà per giocarsi le residue chance di rincorsa al primato. Al “Mecchia”, inoltre, arriva la rosa più forte del campionato, un Bignami del meglio che la categoria possa qualitativamente offrire come singoli. Non sono però mancati tonfi inattesi, come contro la Jesina.

Portogruaro

Alle granata servirà raccogliere almeno tre punti nelle ultime tre giornate per brindare alla sospirata salvezza. Per la società granata, mantenere la categoria significherebbe coronare un capolavoro sportivo. Contro il fortissimo Venezia, però, una gara esclusivamente speculativa corrisponderebbe a una autocondanna: servirà giocare tutte le carte a disposizione, com’è nel DNA del Porto. Con una prestazione simil-Trento si può azzerare i 54 km di distanza dalla città lagunare.

Rispondi Annulla risposta

Exit mobile version