Da un lato il Bologna in crescita ma ancora con diverse assenze, dall’altra il Portogruaro, che in pochi giorni deve imparare a suonare uno spartito diverso. Partita piena di variabili al “Mecchia”: se le felsinee, favorite sulla carta vista la cavalcata della scorsa stagione, in questo primo scorcio di stagione non hanno convinto del tutto, che scossa darà l’arrivo di Maggio sulla panchina granata? Sarà invece ancora presto per vedere modifiche profonde sulla struttura della squadra. Da non escludere dunque una gara alla “Bohemian Rhapsody“, con sterzate improvvise e andamenti molto diversi al proprio interno. Calcio d’inizio alle 14.30.

Portogruaro

Di sicuro al “Mecchia” non ci sarà Giorgia Furlanis, che dopo l’espulsione rimediata domenica scorsa a fine partita dovrà stare ferma tre turni, a cominciare proprio dalla gara contro le felsinee. Giancarlo Maggio si siederà regolarmente in panchina domenica, e potrà contare di nuovo su Battaiotto. Oltre alle lungodegenti Feletti, Molinaro e A. Sovran, non ci sarà nemmeno G. Sovran, per un fastidio al quadricipite. Spinelli invece sarà aggregata all’Under 19 che scenderà in campo oggi alle 17.30.

Bologna

Ancora diverse le assenze per mister Galasso: domenica non ci saranno Magnusson, Kalaja e Giuliano. Si aggiungono alle lungodegenti Minelli, Becchimanzi e Pacella. Recuperate dai relativi infortuni Simone, Arcamone, Perugini, già in campo nella vittoria contro l’Atletico Oristano. Convocabile, anche se non al top della condizione, Marcanti, tornata in gruppo questa settimana. La rifinitura di venerdì ha dato indicazioni nel segno del 4-3-3, con Sciarrone probabile titolare, ma mister Galasso si riserva di sciogliere gli ultimi ballottaggi tra oggi e domenica mattina. Partenza in direzione Veneto prevista domenica mattina in pullman, con sosta pranzo in un hotel alle porte di Portogruaro.

Rispondi