Partita già pesante al “Nereo Stefanuto” di Gruaro, ma nella valutazione dello stato di forma occhio all’effetto fata Morgana. Se la Vis Civitanova arriva con quattro punti (e un gol subito) nelle ultime due giornate, segno di una chiara fase di maturazione, in terra veneta avrà molte assenze. Di contro, l’effettivo stato di forma delle granata va invece cercato non nel calendario, ma nelle singole prestazioni. Il ruolino di quattro sconfitte consecutive portato in dote dal Porto nasconde le sfumature di interpretazioni delle gare molto diverse tra loro. Mister Maggio potrà contare su recuperi importanti e su diverse scelte offensive. Non sarà facile però per le attaccanti granata ritrovare il gol: le marchigiane negli scontri salvezza con Mittici, Triestina, Spal e Isera hanno concesso solo due reti. Di fronte due rose molto simili tra loro come valori, alla lunga potrebbero risultare decisive pazienza e la lucidità. Calcio d’inizio alle 14.30.

Vis Civitanova

Quindici le convocate per la trasferta veneta: Spinelli, miglior marcatrice finora delle marchigiane, ci sarà così come il neoacquisto Uzqueda, arrivata dalla Lucchese e subito in gol una settimana fa contro l’Isera. Presente anche Ciccalè, fresca di convocazione per il raduno della Rappresentativa Nazionale Femminile Under 20. Le ragazze di mister Monreale stanno trovando compattezza con il passare delle giornate, in particolare nelle partite chiave, ma a Gruaro dovranno fare a meno di diverse compagne, che non sono riuscite a recuperare per la sfida di oggi. La società da qui a fine mese sarà presente sul mercato per allungare la rosa.

Portogruaro

Giancarlo Maggio recupera Finotto, Battaiotto e, per la prima volta in campionato, Molinaro. Non ci saranno Chiarot e Bigaran, mentre sono ancora ai box Feletti e A. Sovran. Per le granata comincia con oggi una parte finale del girone d’andata con diverse partite alla portata (Mittici, Jesina, Triestina) che in caso di vittoria potrebbe immetterle nella corsia di sorpasso.

Rispondi