Quattro punti di differenza, due squadre in striscia positiva, ma reduci da una settimana vissuta in modo diverso. Alcune assenze si sono aggiunte per il Venezia, alcune giocatrici recuperate per il Porto, ma la sostanza non cambia: nessuna delle due può ancora dirsi al sicuro.

Il Venezia VFC arriva al “Mecchia” con diverse assenze, ma non prende gol da tre partite (uno subito negli ultimi 360′), segno di una compattezza che va al di là degli addendi. Per di più, avere Dalla Santa in attacco consente di partire, sulla carta, sicuramente non da sfavoriti.

Per il Portogruaro secondo derby consecutivo in casa, con valori di forza simili alla partita contro il Padova. Un esame di maturità, contro una squadra mediamente più esperta e molto attenta in difesa (le veneziane hanno subito la metà dei gol del Porto). Per le ragazze di Maggio, nelle ultime due partite i calci da fermo hanno fruttato parecchio: due gol e una traversa.

Calcio d’inizio domani al “Mecchia” alle 14.30. Dirige Alessandro Dancelli di Brescia.

Venezia VFC

Qualche dilemma di formazione per mister Murru, che però potrà contare su Dalla Santa e Malvestio. All’incertezza per le cinque giocatrici debilitate dall’influenza all’interno del team veneziano (pur non registrando casi di positività) si aggiungono gli infortuni recenti di Tasso e Vivian. Partenza in direzione Portogruaro prevista per domani alle 11.30.

Portogruaro

Rispetto a una settimana fa tornano a disposizione di mister Maggio Chiarot e Battaiotto. Assenti, oltre a Molinaro (espulsa a Isera), anche Scudeler e Finotto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: