Sabato pomeriggio, nella splendida cornice dell’Artemio Franchi di Firenze è andato in scena il match tra Fiorentina e Inter valevole per l’ottava giornata di Serie A Femminile.

Prima storica vittoria per le neroazzurre contro la compagine viola, in Serie A, infatti tutti e tre i precedenti tra Fiorentina ed Inter erano stati vinti dalle toscane che avevano sempre segnato almeno tre gol.

La Fiorentina fa dei gol di testa un must, infatti è la seconda squadra ad aver segnato più volte con questo fondamentale; più di loro soltanto la Juventus. L’Inter invece è la squadra che ha subito più gol di testa. Anche sabato le viola hanno agguantato il temporaneo pareggio con una rete di testa di Sabatino.

Il match di sabato è stato a dir poco rocambolesco. La prima frazione di gara è stata dominata dalle ospiti che hanno, infatti, chiuso il primo tempo in vantaggio 0-2. Il secondo tempo invece è stato tutto viola; le ragazze di Panico, rimaste in 10 a fine primo tempo dopo l’espulsione diretta di Breitner, prendono in mano il pallino del gioco e schiacciano le ragazze di Guarino nella loro metà campo; accorciano le distanze con Sabatino al 51’, e all’83’ agguantano il pareggio.

Le viola vengono beffate al 93’ da un disimpegno sbagliato di Kravets che manda in porta le neroazzurre per il definitivo 2-3.

I Numeri del match

Partita rocambolesca e ricca di emozioni, quindi, quella andata in scena sabato all’Artemio Franchi di Firenze. Le neroazzurre hanno registrato dati relativi al possesso maggiori rispetto a quelli delle padrone di casa (Inter 56.10%; Fiorentina 43.90%).

Purtroppo, non è stato possibile reperire dati disaggregati relativi ai due tempi; sarebbero stati sicuramente interessanti da analizzare visto l’andamento della partita.

Molto interessanti anche i dati sulla distribuzione, sintetizzati nel grafico di fianco. L’Inter in generale ha effettuato un numero di passaggi superiore rispetto alla Fiorentina (Inter 392; Fiorentina 297), scendendo più nel dettaglio si evidenzia come le ragazze di Panico abbiano optato più spesso per i passaggi lunghi rispetto alle avversarie; inoltre, le viola sono arrivate più volte al cross (Fiorentina 25 Inter23).

I Numeri Viola

Le padrone di casa hanno sofferto molto i primi 45 minuti, la ripresa invece è stata un’altra storia; cuore, carattere e tanta corsa hanno permesso alle ragazze di Panico di provare a ribaltare la partita.

Scendendo nel dettaglio delle viola si nota come Capitan Tortelli sia la giocatrice che ha toccato il maggior numero di palloni (66), Tortelli e Vitale sono le giocatrici che hanno effettuato il maggior numero di passaggi (35) seguite da Huchet e Lundin rispettivamente con 27 e 25 passaggi effettuati.

E’ sempre importante disaggregare i passaggi effettuati e quelli riusciti. Il grafico di fianco riporta dati relativi all’indice di precisione dei passaggi. Vigilucci risulta essere la più precisa con un indice di precisione dell’87.50% seguita da Vitale (IP 82.90%) e Sabatino (IP 80%). Monnecchi invece ha effettuato 2 Assist su 5 passaggi riusciti (ASSIST/PASSAGGI 40%).

Numeri neroazzurri

Discorso inverso invece per le ragazze di Guarino che hanno effettuato un primo tempo spumeggiante chiuso meritatamente in vantaggio. Tanta sofferenza invece nel secondo tempo, nonostante la superiorità numerica era un Inter senza idee schiacciato dalla reazione viola.

Le neroazzurre che hanno effettuato più tocchi sono Sonstevold, Karchouni e Simonetti; sono anche le giocatrici che hanno effettuato più passaggi verso le compagne. I dati riportati nel grafico “Tocchi e passaggi Inter” fanno ipotizzare un frequente coinvolgimento degli esterni difensivi dato l’elevato numero di tocchi e passaggi di Merlo e Sonstevold.

Anche per l’Inter sono stati disaggregati i dati dei passaggi riusciti rispetto al “tentativo di passaggio” per ricavarsi l’indice di precisione dei passaggi. Le neroazzurre che più volte si sono disimpegnate con successo sono la subentrata Landastrom (IP100%); Nchout (IP90.50%) e Simonetti (IP86.50%).

Statistiche di tiro

Le statistiche di tiro, riassunte nel grafico a fianco, mostrano come entrambe le squadre abbiano costruito diverse occasioni. In generale l’Inter ha effettuato più tiri rispetto alla Fiorentina, ma disaggregando per “occasioni concrete” si nota come le viola, nonostante l’inferiorità numerica, abbiano impegnato più volte Durante centrando le specchio 7 volte contro le 4 delle neroazzurre.

Concludendo, le emozioni al Franchi non sono mancate; a fine primo tempo la partita sembrava indirizzata verso una “facile” vittoria per le neroazzurre. Nei secondi 45 minuti abbiamo invece visto una Fiorentina diversa, i cambi effettuati da Panico hanno cambiato l’indirizzo della partita, regalando bel gioco e tante emozioni a tutti i presenti.

Si sta quindi delineando un campionato sempre più complicato per tutti, nessun risultato è facilmente prevedibile.

Lucrezia De Risi

Rispondi