Allo Stadio Comunale di Petroio di Vinci l’Empoli batte la Juventus, grazie alle marcature di Valeria Monterubbiano e Cecilia Prugna nel primo tempo, e conquista così tre punti fondamentali in ottica salvezza. Le bianconere, a segno con Lisa Boattin nel secondo tempo, rimediano invece una sconfitta pesante nell’economia della lotta Scudetto, che sancisce inoltre la fine di una striscia di ben cinquantaquattro risultati utili consecutivi in campionato. 

Empoli 6,5

Partenza sprint, poi perde efficacia offensiva e commette diverse ingenuità, ma ottiene comunque un successo meritato.

L’allenatore 

Ulderici 7

Fa esprimere un ottimo calcio alla sua squadra e tiene alta la concentrazione delle sue ragazze nei momenti critici.

Le calciatrici

Capelletti 7,5

Commette qualche imprecisione, ma nei momenti cruciali della sfida è decisiva. Neutralizza Girelli dal dischetto al 81′.

Maia 7

Baluardo difensivo della retroguardia empolese. Il suo salvataggio su Girelli al 40′ cambia davvero volto alla partita.

Knol 6

Non spicca, però interviene sempre discretamente quando necessario.

Mella 6

Si applica con buona efficacia ed abnegazione in fase di copertura.

Oliviero 6,5

Regge bene il confronto con tutta la catena di sinistra bianconera.

Cinotti 6

Si vede poco in fase offensiva, ma recupera un’infinità di palloni preziosi.

Monterubbiano 6,5

Realizza un gol di rapina e lotta con grandissima cattiveria agonistica.

Prugna 6

Trova il gol con un bell’inserimento ed aiuta le compagne in ogni zona del campo.

Bellucci 5,5

Prestazione in sordina, la sua qualità non emerge come dovrebbe.

Nocchi 6

Poco reattiva nel primo tempo, ma si riscatta ampiamente nel secondo.

Dompig 6,5

Le sue accelerazioni scavano il solco determinante per il risultato finale.

Bragonzi, Silvioni e De Rita SV

Juventus 5,5

Primo tempo pessimo, nel secondo la reazione è tardiva. La squadra è parsa mentalmente troppo scarica. Sconfitta giusta.

L’allenatore 

Montemurro 5

I passi avanti mostrati nelle ultime sfide non sono stati confermati. La sua squadra mostra un’involuzione preoccupante.

Le calciatrici

Peyraud-Magnin 6

Incolpevole sui gol subiti ed esegue bene tutte le sue mansioni.

Hyyrynen 5

Imprecisa in copertura e praticamente inesistente in fase offensiva.

Gama 4,5

Nei gol subiti dalla sua squadra ci mette molto del suo. Troppo distratta e nervosa.

Sembrant 5

Non riesce a mettere mai una pezza agli errori delle colleghe di reparto. 

Nildén 5

In fase difensiva lascia voragini ed in avanti non azzecca un cross.

Caruso 5,5

Ci mette tanto dinamismo, ma sotto rete non è fredda al punto giusto.

Rosucci 4,5

Prestazione irriconoscibile per i suoi standard, da archiviare in fretta.

Grosso 5

S’impegna, tuttavia non riesce ancora ad ingranare nel gruppo bianconero.

Hurtig 4

Non le riesce veramente nulla, sostituzione inevitabile all’intervallo.

Girelli 5,5

Prova a suonare la carica, ma si nota un palese ritardo di condizione fisica.

Cernoia 6

Prova ad accendere il gioco delle bianconere, però predica in mezzo al deserto.

Bonansea 5

Entra all’inizio del secondo tempo, ma le sue giocate non vanno mai in porto.

Pedersen 5,5

Cerca di mettere ordine al centrocampo, però ci riesce solo parzialmente.

Boattin 6,5

Il suo ingresso al 56′ sposta considerevolmente l’inerzia della partita. Realizza un gol e si procura un calcio di rigore.

Bonfantini 6,5

Sostituisce bene Grosso dal 67′. Forse si poteva schierarla pure titolare…

Lenzini 6,5

Subentra ad Hyyrynen al 67′ e la differenza è subito più che tangibile.

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: