Allo stadio Comunale di Santa Lucia va in scena il derby neroverde, con le padrone di casa schierate col 4-2-3-1. Melania Martinovic terminale offensivo con Cantore Anghileri e Nilsson a supporto, Dongus diffidata è stata ammonita all’83’ e salterà la prossima sfida interna contro l’Empoli.

Nella prima frazione si assiste a una gara a tratti surreale, infatti senza neanche un tiro in porta la Florentia riesce ad andare a riposo in vantaggio di una rete: l’autogol di Santoro al 41′ sul cross di Cantore. L’unico brivido delle toscane arriva al 18′ col missile di Nilsson sopra la traversa dall’interno dell’area, per il resto sono le ospiti a fare la partita.

Nella ripresa il copione non cambia col Sassuolo in perenne controllo del pallino del gioco, mentre la Florentia prova a colpire in contropiede. L’unica che sembra provare a contrastare le ospiti è Sofia Cantore. La giocatrice in prestito dalla Juventus conferma il suo ottimo momento di forma con l’ennesima ottima prestazione. La sola numero 20 ( 5 gol e 3 assist fino ad ora) però non basta alla Florentia per avvicinarsi al quarto posto, la formazione di San Gimignano non vince da un mese (era il 27 febbraio nel derby contro la Fiorentina).

Le ragazze di Piovani calano il pokerissimo sulla Florentia, il 4- 3-1-2 con Cambiaghi e Pirone supportate da Dubcova crea molto ma spreca altrettanto. Già al 4′ Mihashi (servita da Cambiaghi) si presenta a tu per tu con Tampieri ma la giapponese sbaglia il controllo favorendo l’estremo difensore di casa. Al 32′ ancora la 6 di Piovani, stavolta di testa, si divora il gol dall’interno dell’area mandando la sfera sopra la traversa. Passano 3 minuti e Dubcova serve Filangeri che da posizione defilata calcia senza pensarci ma la sfera si stampa sul palo.

Dopo aver creato l’impossibile arriva la doccia gelata del gol toscano con la sfortunata autorete di Santoro che nel tentativo di anticipare Martinovic in area sul cross di Cantore beffa Lemey, così al duplice fischio il Sassuolo va a riposo sotto di un gol.

Nella seconda frazione sale in cattedra Valeria Pirone (MVP del match, quarta gara con almeno un gol segnato e un assist fornito): E’ lei a suonare la carica al 55′ con un pregevole mancino sul primo palo che vale il pareggio sfruttando l’assist di Mihashi. Al 63′ sempre la 9 di Piovani regala l’assist a Cambiaghi (terzo gol consecutivo e quarto del suo campionato) che di testa ribalta il match. E’ un dominio quello del Sassuolo e al 70′ Philtjens viene atterrata in area da Bursi e per il direttore di gara è calcio di rigore: dagli undici metri si presenta Dubcova che spiazza Tampieri. Le ospiti sono un fiume in piena e all’83’ calano il poker con un altro calcio di rigore, Bugeja decide di mettersi in proprio e punta la porta ma Dongus commette fallo sulla maltese che dagli undici metri resta fredda e lucida siglando l’ottavo gol del suo campionato. All’85’ si rivede Valeria Pirone nelle vesti di rifinitrice: dal limite dell’area imbuca per Tomaselli che sola contro il portiere non può sbagliare per il definitivo 5-1. Al termine della sfida le conclusioni delle ospiti saranno 25 contro le 4 delle toscane, con 9 tiri nello specchio per le ragazze di Piovani e 0 per quelle di Carobbi.

Il Sassuolo con questa vittoria sale a 40 punti in campionato, miglior punteggio di sempre e miglior piazzamento (terzo) in Serie A (mancano ancora 5 giornate). Nella precedenti annate la società neroverde aveva fatto registrare i seguenti risultati:

-2019/2020 23 punti in 16 giornate (sesto posto), campionato interrotto a causa del Covid; -2018/2019 33 punti (quinto posto);

-2017/2018 19 punti (nono posto).

@USSassuolo

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: