La Roma esce dal Sinergy Stadium a bocca asciutta dopo una gara dove le giallorosse hanno sprecato l’impossibile per tutta la durata dell’incontro. Bavagnoli senza Giugliano schiera a centrocampo il duo Ciccotti-Bernauer (presenza numero 50 per la svizzera classe 1988 in maglia giallorossa), mentre in attacco Bonfantini parte dal 1′ con Thomas e Andressa alle spalle di Lazaro.

Le romaniste amministrano il possesso del pallone senza rischiare nulla nel primo tempo. Le volte in cui il Verona supera la metà campo si contano sulle dita di una mano, tanto che la coppia di centrali Swaby-Linari spesso imposta palla al piede nella metà campo scaligera.

Il copione del Sinergy Stadium prevede un monologo romanista in fase offensiva, ma solo una straordinaria Francesca Durante riesce a fermare le giallorosse. Infatti l’estremo difensore di casa si supera in almeno 4 occasioni solo nel primo tempo. L’atteggiamento capitolino non cambia, ma al primo (e unico) tiro in porta veronese Mella sblocca il punteggio direttamente da corner. A questo punto la Roma alza ancor di più il baricentro mentre la difesa a 5 di Pachera prova a resistere sotto il bombardamento romanista.

Anche nella ripresa è solo merito di Durante, che inizia una sfida personale contro Andressa e Lazaro, se la porta veronese resta inviolata. Nel finale di gara anche quando il portiere di casa sembra battuto dal missile di Serturini (entrata al 54′ al posto di una spenta Bonfantini) il pareggio non arriva, perché la sfera centra in pieno la traversa chiudendo la contesa con la vittoria veronese.

Una della note positive la prestazione di Elena Linari, la centrale della Nazionale Italiana domina su tutti i palloni. Bragonzi e Susanna non riescono mai a ricevere palla grazie allo strepitoso gioco d’anticipo della 32 di Bavagoli, perfetta anche nel gioco aereo.

La Roma domina il match per tutti i 90′, le giallorosse calciano 29 volte verso la porta con 9 conclusione nello specchio. Super Durante salva in modo provvidenziale la propria porta in almeno 8 occasioni e quando non ci arrivano i suoi guantoni ci pensa il legno. Le ragazze di Bavagnoli hanno letteralmente buttato 3 punti, la sfortuna del goal subito con l’unico tiro in porta delle veronesi non può bastare per giustificare una fase offensiva che ha sprecato l’impossibile. Dopo 4 vittorie consecutive arriva la prima sconfitta del 2021 per la Roma in Serie A, erano 7 le vittorie consecutive (considerando anche la Coppa Italia).

Pachera si affida alla coppia Bragonzi-Susanna dal 1′, il 3-5-1-1 iniziale si trasforma sin da subito in un 5-3-1-1 con le punte completamente isolate dal resto della squadra. Nella prima frazione il Verona non calcia mai verso lo specchio della porta difesa da Ceasar, l’obiettivo della gialloblu è quello di coprire tutti gli spazi per provare a colpire in contropiede.

Francesca Durante mette in fila una super parata dopo l’altra nel corso della sfida:

12′ doppia parata su Paloma Lazaro;

15′ parata sul diagonale mancino di Andressa;

34′ doppia parata sul colpo di testa di Lazaro e sul tap-in di Thomas;

41′ parata sul mancino da fuori area di Ciccotti;

48′ respinta sul calcio di punizione di Andressa indirizzato sotto l’incrocio;

55′ parata provvidenziale su Andressa che riceve da Lazaro e dal cuore dell’area colpisce a botta sicura;

76′ respinta su Thomas che sterza in area e calcia.

Non sorprende infatti che al triplice fischio il premio di MVP spetti proprio al numero 2 gialloblu, che contribuisce in modo fondamentale alla conquista dei 3 punti. Le veronesi non sono mai riuscite a creare occasioni da goal nella prima frazione, ma nella ripresa il corner velenoso di Sara Mella sblocca il punteggio.

Al termina della gara il tiro di Mella per la rete dell’1-0 sarà l’unica conclusione verso lo specchio di tutta la gara. Scaligere perennemente dietro la linea del pallone per coprire tutti gli spazi e colpire con le ripartenze, ma la coppia giallorossa Linari-Swaby non ha concesso nulla.

Il Verona con questi 3 punti d’oro di porta a 13, prova di grande cuore e coraggio delle padrone di casa che hanno sofferto per tutta la durata del match il gioco giallorosso ma alla fine grazie a Mella possono festeggiare per la vittoria. Infatti questa è la prima vittoria dell’anno nuovo per le veronesi (sconfitte contro Milan, Juve, Florentia e Inter).

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: