La Juventus frena la propria corsa verso lo Scudetto rimontando un doppio svantaggio, frutto della marcatura di Giacinti e dell’autogol di Gama, grazie alle reti di Cernoia e Caruso. Le bianconere interrompono così la striscia di trentasei successi consecutivi in campionato (l’ultimo pareggio fu in trasferta contro la Florentia San Gimignano per 0-0), mentre le gigliate rispondono con orgoglio alla cocente batosta casalinga subita la scorsa settimana per mano del Sassuolo e guadagnano un punto prezioso in ottica salvezza.

Juventus 6

Primo tempo orribile, nel secondo invece c’è la giusta reazione, ma manca sempre la precisione nei momenti cruciali.

L’allenatore 

Montemurro 5,5

Le tante assenze, di cui tre all’ultimo minuto, gli creano parecchi problemi, ed in campo la confusione è costante.

Le calciatrici

Aprile 5

Insicura ed imprecisa, l’errore che causa il primo gol gigliato è gravissimo.

Hyyrynen 6

Tiene alta la concentrazione e sforna un assist al bacio che porta Caruso al gol.

Gama 5,5

Commette molte imprecisioni in difesa, condizionata da troppo nervosismo.

Lenzini 6,5

Precisa e pulita dal primo all’ultimo minuto della partita. Le sue ottime prestazioni ormai non sorprendono più nessuno.

Nildén 6

Non è dinamica come al solito, ma si destreggia bene in ambo le fasi.

Caruso 6,5

Primo tempo in sordina, nel secondo emerge maestosamente con personalità.

Rosucci 6

Cerca di mettere ordine in mezzo al campo e recupera tanti palloni.

Cernoia 6

Gioca solo a folate, però quando si accende è semplicemente implacabile.

Bonansea 5,5

Non riesce ad essere incisiva come vorrebbe con le sue accelerazioni brucianti.

Stašková 5,5

Risulta per gran parte della partita fuori dal fulcro del gioco bianconero.

Hurtig 5,5

S’impegna tanto in fase di non possesso, ma perde troppi palloni preziosi.

Bonfantini 5,5

Subentra ad Hurtig al 74′ e si divora il gol al 83′, poi cerca di reagire con grinta.

Fiorentina 6

Sfrutta bene le disattenzioni delle avversarie nel primo tempo, ma nel secondo non riesce ad essere altrettanto efficace.

L’allenatrice 

Panico 5,5

Prepara una buona partita dal punto di vista difensivo, ma il grande potenziale offensivo non viene sfruttato a dovere.

Le calciatrici

Tasselli 6

La sua parata superlativa al 83′ su Bonfantini vale come un gol.

Cafferata 6

Si concentra bene sulla fase difensiva contenendo spesso Hurtig.

Breitner 6

Non è il suo ruolo naturale, però se la cava discretamente.

Kravets 6

L’imprecisione che causa il gol di Cernoia è grave, ma per il resto buona partita.

Vigilucci 6,5

Prestazione sontuosa: precisa in difesa e pungente in attacco.

Huchet 6

Fa molto lavoro sporco ed esce bene fuori alla distanza.

Neto 6

Crea delle buone geometrie di gioco ed è spesso nel vivo dell’azione.

Mascarello 6,5

Partita di grande sostanza, in mezzo al campo mette qualità e quantità.

Boquete 6

Connette bene il centrocampo con l’attacco, ma manca di continuità.

Giacinti 6,5

Costante spina nel fianco nella retroguardia bianconera: segna un gol con grande lucidità e fa anche buona interdizione.

Sabatino 5,5

In coppia con Giacinti s’intende bene, però conclude troppo poco in porta.

Aronsson 5,5

Entra al 64′ al posto di Cafferata e soffre molto la velocità di Bonansea.

Tortelli, Baldi e Catena SV

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: