Al Campo Ale&Ricky di Vinovo la Juventus s’impone con un perentorio 5-0 sulla Lazio, fanalino di coda del campionato, grazie alle marcature di Bonfantini, Hurtig, Boattin e Nildén. Per le bianconere, sempre in totale controllo della partita, una prestazione senza sbavature mentre le biancocelesti resistono all’urto avversario per 70′ e poi crollano verticalmente.

Juventus 6,5

Impone il suo stile di gioco con costante autorità e smorza sul nascere tutte le timide iniziative offensive avversarie.

L’allenatore 

Montemurro 7

Le sue ragazze eseguono il gioco che lui richiede e poi gestisce bene i cambi dando la sferzata decisiva nel finale.

Le calciatrici

Aprile 6

Sostanzialmente inoperosa, si fa trovare pronta quando chiamata in causa.

Hyyrynen 6,5

Gioca con la sua consueta precisione e pulizia in ambo le fasi.

Lenzini 7

Blocca sul nascere ogni tentativo avversario e si spinge bene in avanti.

Salvai 6

Prestazione d’ordinaria amministrazione, senza lode né infamia.

Nildén 7

Sulla fascia sinistra spadroneggia ed emerge con qualità alla distanza.

Zamanian 6,5

Imposta con precisione per le compagne e fa bene anche in interdizione.

Rosucci 6,5

Conferisce ordine in mezzo al campo e dà supporto alle attaccanti.

Caruso 6

Esegue bene le sue mansioni, ma al di sotto dei suoi standard…

Bonfantini 7,5

Mette in scena una prestazione straripante realizzando i suoi primi due gol in campionato con la maglia bianconera.

Hurtig 7

Dopo alcune partite decisamente negative si è riscattata con personalità.

Bonansea 6,5

Mette in costante apprensione la difesa avversaria, ma non finalizza.

Boattin 6,5

Entra in campo al 64′ ed infligge il colpo di grazia alle biancocelesti.

Girelli 6,5

Sostituisce Rosucci e conferisce ulteriore peso all’attacco bianconero.

Gama 6

Permette a Salvai di riposarsi nel finale di partita con grande esperienza.

Pfattner 6

La giovane altoatesina subentra con la giusta cattiveria agonistica.

Lundorf 6

Prende il posto di Hurtig al 77′ conferendo il giusto apporto in difesa. 

Lazio 5,5

Prova a resistere in ogni modo alle avversarie, ma con il passare dei minuti la stanchezza si fa sentire inesorabilmente…

L’allenatore

Catini 6

Fa tutto ciò che può con il capitale umano di cui dispone: semplicemente le bianconere sono di un’altra categoria.

Le calciatrici

Natalucci 6

Effettua diverse buone parate, sui gol subiti ha poche responsabilità.

Santoro 5

Fatica enormemente a contenere le avversarie e non si spinge mai in avanti.

Falloni 6

La ventenne difende con precisione la sua zona di competenza.

Fördös 5,5

Nel primo tempo fatica parecchio, nel secondo si riscatta parzialmente.

Heroum 5,5

Non riesce ad essere davvero efficace né in fase difensiva né offensiva.

Pezzotti 5,5

Lavora bene in fase d’interdizione, ma non riesce ad impostare il gioco.

Mastrantonio 5

Troppo imprecisa, non riesce mai ad entrare davvero in partita.

Pittaccio 5,5

Nella prima frazione di gioco si fa vedere bene in avanti, poi scompare.

Di Giammarino 6,5

Anima e cuore della sua squadra: onnipresente sul rettangolo verde, tenta anche diverse buone incursioni offensive.

Visentin 5,5

Prova a dare profondità alla sua squadra, ma non riesce mai ad accendersi.

Martín 6

Cerca di dare il proprio supporto con abnegazione in ogni zona del campo.

Labate 5

Entra al posto di Mastrantonio, però la differenza non si nota affatto…

Berarducci 5,5

La giovane centrocampista non riesce ad ingranare nei minuti a disposizione.

Mattei SV

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi