Al Campo Ale&Ricky di Vinovo la Juventus s’impone sul Milan, in rete con Adami e Longo, grazie alle marcature di Stašková (autrice di una doppietta), Bonansea, Boattin ed Hurtig. Per le bianconere complessivamente una buona prestazione, ma con qualche amnesia di troppo in difesa, mentre le rossonere reagiscono con grande personalità alla batosta subita nello scorso fine settimana e spaventano seriamente a più riprese le campionesse d’Italia.

Juventus 6,5

Partenza shock, poi reagisce in fretta sfruttando bene le occasioni offensive create. La difesa però non ha convinto.

L’allenatore 

Montemurro 7

Il pareggio ottenuto col Chelsea ha lasciato delle scorie, ma porta comunque a casa il successo con notevole autorità.

Le calciatrici

Peyraud-Magnin 6,5

Prestazione di enorme personalità, impeccabile quando è necessario.

Hyyrynen 5,5

Qualche sbavatura di troppo nelle marcature, fatto insolito per lei.

Lenzini 6,5

Nel primo tempo giganteggia, nel secondo però Longo la manda in confusione.

Salvai 6

L’errore che causa il gol di Adami è gravissimo, però si riprende bene.

Boattin 6

Soffre in modo allucinante Thomas, ma il rigore realizzato la fa riscattare.

Bonfantini 6,5

Mette in campo grinta e dinamismo, le manca solo lucidità in zona gol.

Pedersen 7

Prestazione maiuscola per quantità e qualità offerta in mezzo al campo.

Caruso 6,5

Si sacrifica molto, e bene, in fase di non possesso per aiutare la difesa.

Bonansea 7,5

I suoi strappi sono come lame taglienti per la difesa rossonera, che non riesce mai a trovare le dovute contromisure.

Girelli 6,5

Non trova varchi in attacco, ma si abbassa con sapienza per aiutare le compagne.

Stašková 7

Fa spesso a sportellate con le avversarie ed è implacabile sotto rete.

Hurtig 6,5

Subentra a Bonfantini ed approfitta bene degli spazi lasciati dalle avversarie.

Rosucci 6

Sostituisce Girelli e mette in campo tutta la sua qualità ed esperienza.

Zamanian, Nildén e Lundorf SV

Milan 6

Ottimo inizio, poi tiene bene il campo per 75′, ma paga a carissimo prezzo delle ingenuità colossali a certi livelli.

L’allenatore

Ganz 6,5

Prepara la partita nel modo giusto e le sue ragazze ci mettono tanto coraggio, ma su certi errori lui può fare ben poco…

Le calciatrici

Giuliani 4,5

Prestazione horror: su tre dei cinque gol subiti ha gravissime responsabilità.

Árnadóttir 6,5

Causa il rigore, ma per il resto si comporta più che dignitosamente.

Agard 6

Prestazione d’ordinaria amministrazione, si fa notare quando serve.

Fusetti 6

Regge bene per tutta la partita, però soffre Stašková con l’andare del tempo. 

Bergamaschi 6,5

Fatica a contenere Bonfantini, ma non fa mai mancare il suo apporto in ambo le fasi.

Adami 7

Il suo gol è un gioiello di bravura e gioca con grande intensità e precisione.

Jane 6

Si concentra sull’interdizione e la sventagliata per Longo al 69′ è ragguardevole.

Thrige Andersen 5,5

Si fa notare poco nel corso della partita, non emerge come dovrebbe.

Thomas 7

Corre e pressa instancabilmente, è un pericolo perpetuo per la difesa bianconera.

Stapelfedt 5

Ci mette tanta buona volontà, ma i risultati sono parecchio scadenti…

Giacinti 7

Non trasforma il rigore, ma tenta bene in ogni modo di farsi perdonare.

Longo 7,5

Sostituisce Stapelfedt al 63′ e sfoggia tutta la sua straordinaria qualità facendo ammattire la forte difesa bianconera.

Tucceri Cimini, Jonušaitė e Selimhodzic SV

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: