Al Campo Ale&Ricky di Vinovo la Juventus batte la Sampdoria, grazie alle reti di Cristiana Girelli, Barbara Bonansea ed Arianna Caruso, e mantiene cinque punti di vantaggio, a tre giornate dal termine del campionato, sulla Roma, vincente in casa contro il già retrocesso Hellas Verona. Per le blucerchiate, che hanno conquistato la salvezza matematica nella scorsa giornata per mezzo del successo di misura sul Napoli Femminile, va a segno Caterina Bargi.

Juventus 6

Risponde bene alla Roma senza particolari sussulti, ma rischiando un po’ troppo negli ultimi quindici minuti di gioco.

L’allenatore 

Montemurro 6,5

Buona gestione della rosa dopo l’amara sconfitta rimediata in settimana a Lione. Piano partita riuscito alla perfezione.

Le calciatrici

Peyraud-Magnin 6,5

Guida bene la difesa e nel finale è decisiva in due circostanze per blindare il successo. 

Hyyrynen 6

Primo tempo tonico, nel secondo il cambio di posizione non le giova.

Gama 6

La stanchezza accumulata dalla sfida contro il Lione si è vista tutta.

Lenzini 6

Buona prova: senza strafare, ma precisa e pulita quanto basta.

Nildén 5,5

Non riesce mai ad entrare davvero in partita e nel finale si divora il gol del KO.

Zamanian 6

I suoi calci piazzati sono sempre determinanti, ma non riesce a dare continuità alla sua prestazione.

Caruso 6,5

Primo tempo piuttosto in sordina, nel secondo alza invece decisamente i giri.

Grosso 6,5

Si prende le mansioni tipiche di Pedersen e svolge una prova più che discreta.

Bonfantini 6,5

Fa valere spesso la sua velocità, ma le manca freddezza negli ultimi venti metri di campo.

Girelli 7

Realizza una rete e la squadra, fino alla sua sostituzione, gioca molto bene grazie alla sua intelligenza calcistica.

Bonansea 6,5

Si destreggia bene nella difesa blucerchiata, anche se sciupa qualche occasione di troppo.

Lundorf 5,5

Brutto impatto con la partita, si perde male Bargi in occasione del gol delle ospiti.

Sembrant 6

Fa rifiatare Gama ed esegue una prestazione di buon livello.

Stašková 5,5

Sostituisce Girelli al 64′, ma non riesce ad ingranare. Opaca.

Boattin 6,5

Entra al 64′ e dà l’accelerazione decisiva che permette alla sua squadra di vincere.

Rosucci SV

Sampdoria 6

Disputa una buona prova, ma paga a caro prezzo tre gravi ingenuità e la reazione è troppo tardiva per poter rimontare.

L’allenatore 

Cincotta 6,5

Dispone in campo egregiamente le sue ragazze ed azzecca tutti i cambi. Prestazione che conferma il percorso intrapreso. 

Le calciatrici

Ortiz 5,5

Esordio in chiaroscuro: sui primi due gol subiti ha gravissime responsabilità.

Rizza 6,5

Fatica molto nel primo tempo, ma nel secondo cambia passo ed emerge molto bene.

Pisani 5,5

Non trasmette mai sicurezza al reparto e si perde spesso le giocatrici avversarie.

Spinelli 6

Prova precisa per gran parte del tempo, però concede un rigore ingenuamente.

Boglioni 5

Brutta prestazione: poco precisa ed efficace sia in fase difensiva che offensiva.

Čonč 4,5

La peggiore in campo: la sua presenza praticamente non si nota…

Fallico 6

Dà manforte alle compagne ovunque serva con estrema lucidità.

Seghir 6,5

Prova notevole sia in fase d’impostazione che d’interdizione.

Battelani 6,5

Connette sempre con precisione l’attacco con il centrocampo.

Tarenzi 6,5

Cerca in ogni modo d’impensierire la retroguardia bianconera.

Helmvall 5,5

In attacco non si vede mai: ripiega bene in difesa, ma non è sufficiente.

Bargi 7

Sostituisce all’intervallo Helmvall e cambia il volto dell’attacco blucerchiato. Realizza un ottimo gol ed è pungente.

Giordano 6,5

Subentra a Boglioni e la sua squadra ne beneficia parecchio.

Wagner 6

Conferisce nella ripresa maggiore solidità al centrocampo. 

Martinovic e Martínez SV

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: