Al Campo Ale&Ricky di Vinovo la Juventus s’impone sul Sassuolo grazie alle marcature di Bonansea, Girelli e Boattin, conquistando così il suo quinto Scudetto consecutivo, impresa mai riuscita a nessuna squadra nella storia della massima serie femminile italiana. Le neroverdi vanno a segno con Cambiaghi ed ora potranno soltanto difendere il loro quarto posto all’ultima giornata nello scontro diretto con l’Inter, distante appena due lunghezze.

Juventus 6,5

Impone la propria supremazia con calma alla distanza, patendo solo una piccola flessione all’inizio del secondo tempo. 

L’allenatore 

Montemurro 7

Guida egregiamente la sua squadra, che pare ormai a sua perfetta immagine e somiglianza. Lucido, camaleontico e vincente. 

Le calciatrici

Peyraud-Magnin 6

Spettatrice non pagante della partita, sul gol subito non ha alcuna responsabilità. 

Lenzini 6

Conferisce costantemente il giusto apporto sia in fase difensiva che offensiva.

Gama 6,5

Ordinaria amministrazione, a cui aggiunge qualche buona scorribanda in attacco.

Sembrant 6

Sul gol subito si perde ingenuamente Cambiaghi, ma per il resto non sfigura.

Boattin 7

Primo tempo a risparmio energetico, nel secondo sale in cattedra e ci mette pure la firma.

Rosucci 6,5

Si fa sempre trovare pronta quando necessario per alleggerire la pressione sulle compagne.

Pedersen 6

Meno precisa del solito nella gestione del pallone, ma è comunque efficace.

Caruso 7

Effettua circa settanta minuti di altissima qualità, cogliendo anche una traversa.

Bonansea 7,5

Sfrutta bene gli spazi concessi dalle avversarie, sfiancandole con accelerazioni impressionanti e realizzando un bel gol.

Girelli 7

Prestazione di grande solidità, suggellata da una zampata da vera rapace dell’area di rigore.

Cernoia 6,5

Qualche errore negli ultimi venti metri di campo, però al momento opportuno non stecca.

Hyyrynen 6

Subentra a Lenzini e gioca con la sua solita diligenza, sfiorando pure la rete.

Zamanian 6,5

Disputa una ventina di minuti ad altissima intensità, ma non trova il tanto desiderato gol.

Nildén 6

Sostituisce Boattin ed effettua circa quindici minuti di buon livello.

Grosso 6,5

Fa rifiatare Pedersen e dispensa il giusto ordine e dinamismo in mezzo al campo.

Stašková SV

Sassuolo 6

Esprime un ottimo calcio, reagisce alle difficoltà, ma si espone con eccessiva frequenza alle ripartenze delle bianconere.

L’allenatore 

Piovani 6,5

Le sue ragazze eseguono molto bene quanto da lui richiesto. L’inserimento di Bugeja dà la giusta scossa, ma non basta.

Le calciatrici

Lemey 6,5

Subisce sì tre reti, ma ne evita altrettante. Ennesima sua prova consistente.

Pellinghelli 5,5

Gioca con coraggio, si propone bene in avanti, ma dietro lascia troppi spazi.

Dongus 6

Soffre parecchio la fisicità di Girelli, però la sua partita è comunque positiva.

Filangeri 6,5

Disputa una buona prova, palesando sempre grande sicurezza nei momenti critici.

Brignoli 6

La sua prestazione sale di livello col passare dei minuti. Bene in ambo le fasi.

Pondini 5,5

Giostra tra la difesa ed il centrocampo, ma le manca spesso lucidità nelle giocate.

Parisi 7

Detta i tempi di gioco delle neroverdi con grandissima intelligenza calcistica. Il pubblico di Vinovo apprezza alquanto. 

Mihashi 6

Molto bene in fase d’impostazione, ma decisamente meno in quella di contenimento.

Dubcová 6

Nel primo tempo effettua un’ottima gara, ma nel secondo scompare inspiegabilmente.

Cambiaghi 6,5

Mette in costante apprensione la retroguardia bianconera e sigla una rete pregevole.

Clelland 5

Non riesce mai a proporsi in modo interessante, prestazione parecchio sottotono.

Bugeja 6,5

Entra nel secondo tempo e la manovra offensiva neroverde ne trae grande beneficio.

Mak 6

La giovane slovacca si mette bene in mostra dando manforte alla propria difesa.

Da Canal 5,5

Nei venti minuti disputati non riesce mai ad entrare nel vivo del gioco.

Ferrato e Iriguchi SV

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: