Allo Stadio Mirko Fersini di Formello, in un mezzogiorno soleggiato ma con fischio d’inizio posticipato di 45 minuti causa mancanza di un’ambulanza presso l’impianto sportivo, al 1′ Ferrandi batte un ottimo calcio di punizione col sinistro dal limite dell’area di rigore e coglie la parte bassa della traversa. Al 6′ Cernoia pesca tra le linee Boattin che calcia verso la porta avversaria con un sinistro potente sul secondo palo, ma Öhrström alza benissimo la sfera sopra la traversa con la mano di richiamo. Al 11′ la Juventus passa in vantaggio: Cernoia corre sulla fascia destra ed effettua un traversone su cui s’avventa Stašková che riesce a domare la sfera e servire dietro Pedersen la quale controlla col destro e conclude poi dal limite dell’area con un preciso sinistro rasoterra verso il primo palo che non lascia alcuno scampo ad Öhrström. Al 16′ Gama accelera sulla fascia destra e serve in mezzo all’area Stašková che controlla il pallone, si gira e calcia col sinistro cogliendo prima la traversa e poi la base del secondo palo. Al 28′ la Lazio agguanta il pareggio: lancio stupendo di Di Giammarino che pesca col sinistro in profondità Visentin la quale sfugge alla marcatura di Sembrant e colpisce col destro sul primo palo fulminando Aprile. Al 52′ le bianconere raddoppiano: Cernoia riceve palla sulla destra da Pedersen, entra in area di rigore saltando secca Vigliucci e serve con un destro basso Caruso nel mezzo che controlla la sfera ed incrocia bene col destro alle spalle dell’estremo difensore biancoceleste. Al 59′ la Juventus triplica: Cernoia effettua un lancio splendido di 40 metri per Hurtig che controlla la sfera col destro, mette a sedere Falloni e serve col sinistro Caruso in mezzo all’area che infila centralmente Öhrström col sinistro. Al 64′ le bianconere servono il poker: Cernoia dalla sinistra crossa in mezzo all’area col sinistro e trova Pedersen che, lasciata totalmente libera dalle avversarie, incrocia perfettamente di testa sul secondo palo. Al 87′ le bianconere fanno cinquina: Bonfantini riparte per vie centrali ed innesca sulla sinistra Caruso che serve poi rapidamente col sinistro in mezzo all’area Stašková la quale insacca agevolmente col destro alle spalle di un’incolpevole Öhrström.

Lazio – Juventus 1-5 

Marcatrici: 11′ e 64′ Pedersen, 28′ Visentin, 52′ e 59′ Caruso, 87′ Stašková

Lazio (4-3-3): Öhrström; Pittaccio (dal 86′ Groff), Falloni, Fördős, Vigliucci; Di Giammarino (dal 62′ Le Franc), Ferrandi, Castiello (dal 77′ Cuschieri); Heroum (dal 62′ Pezzotti), Fridlund (dal 77′ Labate), Visentin

A disposizione: Natalucci, Guidi; Santoro, Savini

Allenatore: Catini

Juventus (4-2-3-1): Aprile; Lundorf (dal 77′ Panzeri), Gama, Sembrant (dal 67′ Lenzini), Boattin; Pedersen, Grosso (dal 61′ Bonfantini); Hurtig (dal 67′ Nildén), Caruso, Cernoia (dal 77′ Rosucci); Stašková

A disposizione: Forcinella; Giai; Arcangeli, Beccari

Allenatore: Montemurro

Ammonizioni: / 

Espulsioni: /

Recupero: 1′ p.t.; 2′ s.t.

Arbitro: Carrione (sezione di Castellammare di Stabia)

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: