Annunci

Goal e spettacolo per un Milan trascinato dall’implacabile terzetto d’attacco Boquete-Thomas-Giacinti, che si impone con un perentorio 8-1 su una Lazio molla e inconsistente, molto lontana sia nella prestazione che nell’atteggiamento da quella vista nei primi due impegni stagionali contro Sampdoria e Inter.

Partono fortissimo le rossonere, che al 5’ trovano subito il vantaggio: Giacinti lotta e conquista palla in zona d’attacco, scambia con Boquete che serve di prima Thomas la quale, una volta scattata sul filo del fuorigioco, non perdona Ohrstrom.

La Lazio accusa il colpo, e all’ 11’ il Milan raddoppia con Giacinti, lanciata a rete da Adami.

Due minuti più tardi ancora doppia occasione per le ospiti, ma Ohrstrom salva su Thomas e successivamente Giacinti non centra il bersaglio.

Sotto di due reti, le romane tentano timidamente di venir fuori: al 19’ Pittaccio non centra la porta; al 28’ punizione di Cuschieri in area, ma Martin colpisce male di testa.

Le milanesi non si accontentano del doppio vantaggio e a salire in cattedra è ancora una volta Giacinti: al 30’ Thomas si incunea in area dalla destra, serve la numero 9 rossonera che infila il portiere sul primo palo.

Stessa musica sul lato opposto al 32’ con Bergamaschi che pesca ancora Giacinti: è 4-0.

In chiusura di primo tempo resta da segnalare il destro a giro di Bergamaschi, che sfiora il palo, e la rete del possibile 5-0 annullata per fuori gioco alla solita Giacinti.

Il copione non cambia nella ripresa, nonostante il fievole tentativo di tornare in partita della Lazio: al 53’ Korenciova salva su Andersen, ma sul ribaltamento di fronte Thomas va ancora a segno, su invito della solita Boquete. Incrementano lo score ancora Giacinti, che al 57’ firma il proprio poker personale prima di lasciare il terreno di gioco, e il diagonale vincente di Boquete (67’) favorita da un rimpallo su invito di Thomas.

L’unica gioia, se così si può dire, per la Lazio arriva al 78’, con la rete della bandiera Martin, che punisce una disattenzione difensiva rossonera, prima di piombare di nuovo nel buio con l’ottava marcatura al passivo, portata da una splendida punizione della nuova entrata Cortesi (86’), che sancisce il definitivo 8-1.

Lazio – Milan 1-8

Marcatrici: 5’, 54’ Thomas (M); 11’, 30’, 32’, 57’ Giacinti (M); 67’ Boquete (M); 78’ Martin (L); Cortesi (M).

LAZIO (4-3-3): Ohrstrom; Gambarotta (91’ Labate), Foerdos, Thomsen, Heroum; Castiello (79’ Mattei), Mastrantonio (58’ Visentin), Cuschieri; Andersen, Martin, Pittaccio (46’ Di Giammarino).

A disposizione: Guidi, Pezzotti, Savini, Berarducci, Falloni.

Allenatrice: C. Morace.

MILAN (3-4-1-2): Korenciova; Fusetti, Agard, Codina (46’ Arnadottir); Bergamaschi (58’ Rizza), Jane, Adami, Andersen; Boquete (75’ Cortesi); Thomas (68’ Miotto), Giacinti (58’ Longo).

A disposizione: Giuliani, Grimshaw, Morleo, Tucceri Cimini.

Allenatore: M. Ganz.

Arbitro: Luca Zucchetti (Sez. AIA di Foligno).

Assistenti: Tiziana Trasciatti (Sez. AIA di Foligno), Mirco Carpi Melchiorre (Sez. AIA di Orvieto).

Quarto ufficiale: Giorgio Di Cicco (Sez. AIA di Lanciano).

Note

Ammonite: Castiello al 35’(L);

Recupero: 2’ pt e 4’ st.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi